|

I 10 lavori più assurdi del mondo

Neatorama ci propone quelli che sono stati i peggiori lavori del mondo a cavallo tra diciottesimo e diciannovesimo secolo. Per dirne una, avreste scambiato il vostro impiego con quello di svuotatore di latrine?

IL FILIBUSTIERE – Ovvero il nome iniziale, derivato dall’olandese, di pirata. I “vrijbuiters” erano coloro che controllavano le acque delle Indie occidentali ed è stato usato per identificare tra 1850 e 1860 gli americani mercenari impegnati nelle rivoluzioni nei paesi del centro e le indie spagnole. Il più famoso di tutti è stato William Walker che prese il controllo del Nicaragua nel 1856.

IL SOFFIATORE – Ovvero quello impegnato ad alimentare le fiamme nei laboratori dei fabbri. Un lavoro tremendo dalla durata molto breve a causa dei problemi di salute che colpivano i lavoratori.

IL DIVORATORE DI PECCATI – Quando moriva una persona, per garantirle il paradiso si assoldava un mangiatore di peccati, ovvero uno che per una piccola somma divorava un pezzo di pane posto sul petto del deceduto. Secondo la credenza il cibo avrebbe “assorbito” il male purificandolo.

IL BUSSATORE – Nell’Inghilterra del diciannovesimo secolo, visto che mancavano le sveglie, una persona andava a bussare alle finestre dei lavoratori per svegliarli e permettere loro di lavorare.

IL CACCIATORE DI TOPI – Quando ancora l’agricoltura rivestiva un ruolo fondamentale per le economie locali e nazionali era necessario che qualcuno cacciasse i topi oltre ai gatti. Questi era il cacciatore di topi.

IL CONTROLLORE DELLA LANA – Nell’antica Inghilterra lo Stato inviava un apposito messo il cui compito era di verificare lo stato della tosatura e la qualità del prodotto, che doveva avere uno standard ben preciso.

L’INTERMEDIARIO ALIMENTARE – Ovvero quello che faceva da tramite tra produttori e clienti.

LO SVUOTATORE DI SANITARI – Perché le fogne non è che esistessero ovunque, specie nel medioevo. E quindi per svuotare il “pozzo nero” veniva chiamato un uomo che, forte di pala e secchio caricato in spalla, portava via il tutto.

IL FOLLATORE – La persona che rendeva compatti, quasi impermeabili e protetti dall’infeltrimento i tessuti. Peccato che all’epoca medioevale si usava l’urina, che veniva raccolta dalle casalinghe e poi venduta.

IL GUIDATORE DI BOVINI – Altro che camionista. Parliamo di colui che guidava la mandria al mercato tenendola in ordine evitando che si disperdesse in giro.