|

Ci vogliono tre minuti per spiarti via webcam

Today News ci parla della possibilità, da parte dei cyber-criminali, di spiare le attività di famiglia grazie alla webcam dei computer collegati in rete, a casa nostra. Una specie di Grande Fratello involontario che potrebbe mettere in pericolo la sicurezza delle famiglie.

SPIATI INCONSAPEVOLMENTE – Secondo le autorità americane i cyber-criminali aspettano il momento in cui le persone abbandonano un attimo il computer così da prendere possesso della webcam e scoprire angoli della vostra casa senza che voi possiate minimamente saperlo. Jim Stickley, esperto di sicurezza informatica di TraceSecurity, è riuscito ad accendere la webcam di un computer appartenente a due ragazze per vederle in camera e con la famiglia in sala da pranzo. E per farlo Stickley ci ha messo solo tre minuti.

IL TROJAN – Per l’esperto le famiglie sono un ottimo obiettivo per i cyber-criminali anche se le prede preferite sono le donne. Luis Mijangos era arrivato a spiare 200 signore in webcam e per questo è stato condannato a sei anni di galera. Stickley ha aggiunto: “spesso si tratta di vittime inconsapevoli che finiscono sul web senza saperlo. E per arrivare al loro pc Stickley non ha fatto altro che inviare ad una famiglia compiacente una cartolina elettronica con un virus. Questa conteneva paperette felici ma in realtà portava con sé un Trojan, ovvero un malware, nel computer.

FATE ATTENZIONE – Il resto è stato semplice. Il tecnico ha preso possesso del pc attivando la webcam per riprendere le ragazze e la cena di famiglia. I protagonisti inconsapevoli si sono definiti spaventati dalla cosa. Per difendersi quindi bisogna seguire questi piccoli consigli. Intanto quando lasciate il vostro pc chiudetelo o coprite la webcam. In secondo luogo non aprite le e-mail inviate da chi non conoscete. Anche perché come ha spiegato l’Fbi non si può sapere chi vi sta spiando. Quindi attenzione.