|

Il tumore che cresce sulla sigaretta

Continua la battaglia mondiale della lotta al fumo e i messaggi delle campagne pubblicitarie diventano sempre più aggressivi per abbattere il consumo.

IL CASO – C’era una volta il mito della sigaretta, l’accessorio del personaggio ribelle, quel darsi un tono tra le dita della mano poi improvvisamente il mondo si è reso conto della dipendenza e dei danni alla salute. L’ultimo annuncio inglese ha un impatto visuale scioccante (leggi qui) perché fa leva sul rendere visibili le conseguenze sulla salute mostrando come cresce un tumore su una sigaretta. Chi fuma non può vedere il danno, ma se potesse sicuramente smetterebbe, spiega il Ministero della salute inglese. Ogni 15 sigarette è possibile porre le condizioni per il cancro.

guarda le immagini:

guarda il video:

SPOT DAL MONDO – Anche la TV svizzera si unisce al coro e da lunedì sulla rete nazionale RTS gireranno sei spot contro il fumo. Uno ha per protagonista un uomo di 71 anni, Daniel Zurcher, malato terminale. Zurchner racconta la storia della sua vita costretta da una malattia polmonare ostruttiva. “Ho la sensazione che mi manchi sempre l’aria, non posso più correre e resto senza fiato quando cammino per più di un’ora a piedi. Il fumo è inutile e pericoloso. La gente deve essere informata sulle conseguenze” spiega il pensionato.

LA SVIZZERA – La campagna contro il fumo svizzera è costata 625 mila franchi. Anche altri malati hanno accettato di raccontare la loro agonia nei video, uno dei protagonisti è morto recentemente. “Le immagini sono state registrate nel 2009, fino a ieri non sapevo che sarebbero finite in televisione” ha detto ancora Zurcher. Lo spot andrà in onda nei prossimi mesi circa 300 volte, ha spiegato Tages Anzeiger.

LEGGI ANCHE: