|

Le star beccate in un video hard

L’Huffington Post ci porta ad Hollywood ma non per parlarci di film, attori e varia celebrità. No. Parliamo di altro introducendo il tutto con una semplice domanda: quante star sono state beccate alle prese con un filmato hard? Intendiamoci, tolte quelle che lo fanno per farsi pubblicità?

LA PROTESTA DI HULK HOGAN – Le telecamere nascoste possono acchiappare immagini scottanti, ma queste poi portano a cause di milioni di dollari tese ad evitare la diffusione di video scabrosi. Ma qui parliamo sopratutto di numeri. Ovvero, cosa lega star del cinema e filmati porno fatti in casa? Partiamo ad esempio da “100”, come i milioni chiesti da Hull Hogan a Gawker colpevole di aver diffuso una clip del suo video sexy. Rimanendo in tema di milioni c’è anche “42”, ovvero le ricerche del video hot di Kim Kardashian.

 

LEGGI ANCHE: La pornostar che non riusciva a lavorare

IL RITORNO DI SCREECH – Ovvero quando uno ha poco nulla da dire. Poi c’è “40”, come i minuti della durata del film “Saved by the bell”, “salvato dalla campanella”, ovvero il film hard di Dustin Diamond, lo Screech di Bayside School, il quale ha però autorizzato la diffusione. A proposito di minuti, sono 30 quelli della durata del filmato sexy di Minka Kelly. Tornando a Kim Kardashian, a lei si associa il numero 18, come l’età avuta nel film hard di Kanye West.

L’IMPRESA DI OCTOMUM – E rimanendo in tema di età, Rob Lowe aveva 16 anni quando nel 1988 venne immortalato in un threesome. Rimaniamo sul 16. In questo caso si tratta però dei mesi di matrimonio del frontman dei Creed Scott Stapp dopo i quali venne diffuso il video di una seduta di sesso orale fornitagli da una fan a bordo del bus della band. Scendiamo ancora arrivando a 14, ovvero i bambini avuti da Nadya Suleman, conosciuta anche come Octomum per via degli otto piccoli dati alla luce in colpo solo, la quale poi ha pensato bene di consolarsi con un porno.

LA PUREZZA DI JENNIFER LOPEZ – A seguire ecco il 3, ovvero come il numero dei partecipanti nel video hot di Eric Dane. Poi c’è il 2, come le ore di diffusione del video hard del frontman dei Limp Bizkit Fred Durst prima che Gawker decidesse di non renderlo più accessibile. Due come gli atti particolari in occasione del sesso di Mindy Mcready nel suo film porno, ovvero la sistemazione del mascara e il controllo del blackberry, uno come la notte di sesso con la quale Paris Hilton ha rischiato di perdere l’eredità, zero come il numero degli atti sessuali nel film hard di Jennifer Lopez. (Photocredit Lapresse / Wikipedia / Mindy McCready)

LEGGI ANCHE: