|

Il gioco che insegna come abortire

Jezebel ci parla di un’iniziativa messicana che sicuramente farà discutere nel Paese, dove l’aborto è illegale, e non solo. Stiamo parlando di un gioco per computer che insegna a tutte le donne come abortire usando uno specifico medicinale.

ABORTO ILLEGALE – Il prodotto in questione “Misoprostol”, ed è utilizzato generalmente per curare l’ulcera. Il gioco invece si chiama “¿No Te Baja?”, traducibile con un “hai un ritardo?” e viene visto come una simpatica alternativa a tutti quei programmi che certificano la durata del ciclo. Ad usarlo sono le studentesse alle quali viene suggerito di usare questo medicinale per ovviare al fatto che, oltre a Città del Messico, è praticamente impossibile praticare un aborto.

 

LEGGI ANCHE: La bimba uccisa per aver rubato patate

 

IGNORANZA – Il gioco in questione è dedicato a tutte le ragazze incinta che devono ancora arrivare alla dodicesima settimana. Il problema sta nel fatto che non sono molte le donne che sanno come funziona il prodotto, così come molte farmacie ignorano che il Misoprostol può servire per un aborto. Il gioco s’inserisce in questo contesto e secondo le indicazioni sarebbe molto semplice da usare.

ISTRUZIONI – Il gioco ripercorre la storia di Claudia e del suo ragazzo i quali, una volta decisa la necessità di concludere una gravidanza, pensano a come risolverla in casa con un medicinale recuperabile in farmacia e che può essere venduto con altri nomi, ad esempio Cytotec, Cyrox e Tomispral. Il gioco poi insegna come somministrare correttamente il Misoprostol sia in bocca sia nella vagina. In questo caso però viene ricordato che i medici potrebbero recuperare frammenti di pillola qui custoditi, e questo potrebbe valere un’incriminazione per aver praticato un aborto illegale. E se tale sistema venisse “esportato” nel resto del mondo?

LEGGI ANCHE: