|

La classifica degli smartphone più tossici

Gli smartphone sono un oggetto ormai caratterizzante la vita contemporanea, ma non sono immuni dal creare problemi ambientali. Un test ha infatti verificato che tutti i telefonini di nuova generazione contengono numerose sostanze, a volte fino a 40, nocive all’ambiente.

SMARTPHONE DANNOSI – Healthystuff.org ha compilato la classifica degli smartphone più dannosi per la salute, basandosi sulle sostanze tossiche contenute in ogni singolo telefonico. Smontandoli ed analizzandoli, la società di tutela sanitaria ha individuato che ogni modello di smartphone attualmente in circolazione contengono almeno una delle sostanze più pericolose, ovvero bromo, cloro, piombo, mercurio e cadmio. Il telefono più inquinante è l’iPhone 2G, mentre le sue evoluzioni 4S e 5 contengono meno sostanze nocive. Il più pulito tra gli smartphone è invece il modello Citrus della Motorola.

PROBLEMA SMALTIMENTO – Gli elementi inquinanti contenuti nei nuovi telefonini non pongono una minaccia diretta per la salute dei consumatori, ma possono diventare assai nocivi in caso di mancato o scorretto smaltimento. Su questo problema purtroppo la tecnologia impiegata è assai più arretrata rispetto a quella utilizzata per costruire gli smartphone, come rimarca Healthystuff. Ancora più problematico è il fatto che gli smartphone ormai buttati vengono smaltiti in depositi assolutamente inadeguati, che si trovano in paesi in via di sviluppo come Cina, Filippine o Vietnam. Come ha affermato Jeff Gearhart, ilfondatore di HealthyStuff.org, i  cellulari” sono tossici e pieni di prodotti chimici pericolosi, ma la situazione complessiva sta migliorando. Anche i migliori modelli sono ancora pieni di sostanze chimiche che possono produrre malformazioni congenite, problemi di apprendimento e altri seri rischi per la salute. Sostanze che sono state trovate in livelli da 10 a 100 volte superiori al consentito nei siti di riciclaggio cinesi”, ha aggiunto.