|

Quello che spoglia le donne per strada

Si avvicina con un pretesto alle donne in strada, poi di colpo tira giù il vestito e allunga le mani. Il maniaco di Trebaseleghe, Padova, ha fatto la terza vittima in tre mesi. L’ultima a Massanzago.

 

LEGGI ANCHE: Quello che fotografava le donne sotto le gonne

 

TERZA DENUNCIA – Ne parla Silvia Bergamini sul Mattino di Padova:

Non c’è due senza tre. L’antico adagio popolare sembrerebbe calzare a pennello a M.S., il trentanovenne di Trebaseleghe, sposato, operatore ecologico, che per la terza volta è stato denunciato dai carabinieri per violenza sessuale nei confronti di altrettante giovani donne. A qualche settimana di distanza dall’ultimo episodio, il maniaco torna a far parlare di sè: la sua preda, in questo caso, è stata una trentacinquenne che abita Massanzago. La vittima, il 23 luglio, stava passeggiando in centro quando, improvvisamente, è stata avvicinata da un uomo sulla quarantina che le ha chiesto delle indicazioni stradali. La giovane, molto gentilmente, ha iniziato a spiegargli il tragitto che avrebbe dovuto percorrere per arrivare in quel determinato posto; mentre era intenta a indicargli il percorso, l’operatore ecologico le ha abbassato il corpetto del vestito, lasciandola a seno nudo in mezzo alla strada. Non contento, il maniaco, prima di darsi alla fuga, è pure riuscito a palpeggiarla. La donna, incredula e colta alla sprovvista, ha iniziato ad urlare per richiamare l’attenzione dei passanti, mentre l’uomo è scappato a gambe levate.

I PRECEDENTI – Il maniaco, prima di Massanzago, era entrato in azione a Lobia di San Giorgio in Bosco e a Noale. Continua Bergamini sul Piccolo:

La vittima si è quindi rivolta ai carabinieri del maresciallo Giuseppe Piccolo che, alla luce delle denunce fatte nei giorni scorsi, ha mostrato alla malcapitata una serie di fotografie: il maniaco aveva agito a volto scoperto, individuarlo è stato quindi un gioco da ragazzi. Il primo fatto era accaduto a Lobia di San Giorgio in Bosco, durante la sagra paesana; 48 ore dopo, episodio fotocopia a Noale: una trentenne era stata avvicinata in centro dall’uomo che a un tratto, sotto lo sguardo sbigottito dei passanti, aveva cercato di sfilarle il corpetto. La giovane aveva resistito allo strattone, cercando di divincolarsi e chiedendo aiuto, terrorizzata dalla mossa del maniaco.

 

LEGGI ANCHE: