|

L’India fa sparire le lettere “imbarazzanti” di Gandhi

L’Huffington Post ci spiega che il governo indiano ha messo a disposizione qualcosa come un milione e 28 mila dollari per acquistare un archivio composto da mille lettere e vari documenti nei quali ci sarebbe la prova dell’omosessualità della “Grande Anima”, Gandhi.

L’ACQUISTO – Lo scorso anno, lo scrittore vincitore di un Premio Pulitzer Joseph Lelyveld ha pubblicato un libro dal tiolo “La Grande Anima, il Mahatma Gandhi e la sua sfida con l’India” nel quale si parla di una relazione gay tra l’icona indiana e l’architetto  Hermann Kallenbach. L’azione del Governo è mirata ad evitare che questi possano essere distribuiti all’asta a Londra. Il ministro della cultura indiana, a seguito di opportune analisi condotte da esperti, ha chiesto ed ottenuto dal Governo di trattare questi documenti con la massima priorità.

 

LEGGI ANCHE: Com’era il preservativo di Einstein?

 

L’AMORE – A seguire ecco i concetti contenuti nel libro di Lelyveld e diffusi dal Wall Street Journal: probabilmente l’amore della vita della Grande Anima era un architetto e bodybuilder tedesco di origine ebraica, Hermann Kallenbach, per il quale Gandhi lasciò la moglie nel 1908. Ho vicino al letto la tua fotografia, scrisse Gandhi in una lettera. Nelle missive vi erano continui richiami al cotone e alla vaselina. Secondo Lelyveld potrebbero riguardare i clisteri della Grande Anima ma potrebbero essevi altre e meno delicate spiegazioni.

LA LUSSURIA – Secondo Gandhi Kallenbach prese possesso del suo corpo, con l’indiano che si autodefiniva “cavallo di sopra” mentre il tedesco era “il cavallo di stotto”. Inoltre promise che non avrebbe mai visto nessuna donna con lussuria. I due uomini alla fine si sono giurati amore eterno nella speranza che il mondo non si accorgesse di nulla. Il ministero della cultura ha spiegato che l’acquisto è stato deciso solo per aumentare la conoscenza della filosofia della Grande Anima. In realtà, secondo la Bbc, tra i materiali acquistati vi sarebbero anche dei regali acquistati da Gandhi a Kallenbach tra cui una sciarpa di cotone, un filatoio e una bandiera.

LEGGI ANCHE: