|

La calciatrice che fa coming out: “Sono lesbica”

Lei si chiama Megan Rapinoe, gioca a centrocampo per le Seattle Sounders, parte del campionato femminile di calcio americano, e stella della nazionale Usa alle Olimpiadi di Londra 2012: inoltre, come spiega Bleach Report, “è fuori mercato”. Non calcisticamente, ma sentimentalmente: è lesbica e ha fatto pubblicamente coming out: da tre anni frequenta una collega, giocatrice di calcio della nazionale australiana.

 

LEGGI ANCHE: “Io, lesbica, ho avuto due figlie con la mia compagna

 

NO ALL’OMOFOBIA – “Lo sport in generale è omofobo, c’è molta gente che non capisce certe cose. Col mio gesto spero di convincere altri atleti a fare coming out”, dice la Rapinoe, riportata da Yahoo Sports.

Ancora: “Spero che la gente possa rispettare la mia scelta di dichiarare a tutti che sono lesbica. Io sono così, sono lesbica”. Secondo la Rapinoe, lo sport femminile si mantiene più aperto di quello maschile: “Se sei lesbica, la tua squadra probabilmente lo sa. Per gli uomini è ancora molto diverso”. La sua ragazza si chiama  Sarah Walsh e gioca per il Sydney FC, vincitrice dello scudetto e della lega australiana nel 2009.

FIERA DI ESSERLO – Walsh, attaccante, ha segnato 29 goal nel campionato in questione. Le due nazionali non si sono mai incontrate sul campo, cosicché la relazione, che ha ormai tre anni di storia, deve essere iniziata altrove: si sa che Walsh è una ragazza molto fedele e Rapinoe le ha già presentato la sua famiglia.

“Per me è stato dire una cosa ovvia, ma credevo fosse importante. Voglio che le persone sappiano chi sono, e che sono fiera di ciò che sono. Mi piace pensare che siamo in un’epoca dove chiunque deve essere accettata”, dice Rapinoe.

 

LEGGI ANCHE: