|

Ecco i siti internet più brutti di sempre

Ogni volta che si sfogliano le pagine di questa raccolta, un art director ha un tuffo al cuore. La comunicazione visuale è parte integrante dell’offerta di un prodotto, sarà che l’occhio vuole la sua parte o che semplicemente deve subire un’attrazione fatale. Gli ideatori dei siti più brutti del mondo hanno dei canoni estetici piuttosto discutibili. La colleziona conta più di 400 orribili reperti. Unico requisito? Il disastro grafico.

QUALCHE ESEMPIO – Molti dei siti proposti hanno visto la luce all’alba di internet, questa potrebbe essere una giustificazione ma non basta. L’India rientra nella top ten per la proposta di “Candy Romeo” che unisce in matrimonio i cani in una perfetta cartolina dall’inferno: immagini gif, cornici colorate, sfondi sgargianti e un terribile sottofondo sonoro. “Web King” offre lo sviluppo di siti web ma si presenta malissimo: una trombetta è la colonna sonora di un tizio con una corona in testa che si spaccia per web designer, impossibile che lo sia davvero con questo biglietto da visita. Buon viaggio attraverso la landa dell’orrore.