Cacciatore
|

Un cacciatore di Martellago ha sparato nella stanza di due bambini piccoli

Un cacciatore di Martellago ha sparato per errore in una stanza di una casa dove si trovavano due bambini piccoli, di 5 e 3 anni. L’errore di mira avrebbe potuto provocare una tragedia, causata dal mancato rispetto delle regole venatorie, che escludono la possibilità di sparare a meno di cento metri dalle abitazioni. Come racconta il Gazzettino, l’incredibile episodio è avvenuto a Martellago, in provincia di Venezia.

UN CACCIATORE DI MARTELLAGO SPARA CONTRO LA STANZA DI DUE BAMBINI DI 5 E 3 ANNI

Il cacciatore stava cacciando fagiani, e per colpire i volatili ha sparato contro una casa di campagna. I pallini sparati dal suo fucile sono penetrati attraverso una finestra e sono arrivati in una stanza dove c’erano due bambini di 5 e 3 anni. I genitori dei piccoli hanno avvertito immediatamente i carabinieri dopo che si sono accorti degli spari,  e le forze dell’ordine hanno provveduto ad arrestare il cacciatore.

LEGGI ANCHE > LE VITTIME SONO VITTIME. BASTA COL PROCESSO CONTRO CHI HA DENUNCIATO BRIZZI ALLE IENE

L’uomo che aveva sparato aveva cercato di fuggire con la sua automobile dopo che si era accorto di aver colpito la casa di campagna. I carabinieri lo hanno fermato, e identificato: si tratta di una persona di 65 anni, multata per aver cacciato a meno di cento metri dalle zone abitate, contravvenendo così alla normativa in materia, come spiega il Gazzettino.

Foto copertina: Immagine generica di un cacciatore di ANSA/ARCHIVIO/FRANCO SILVI/DRN

TAG: caccia