polli
|

Polli lanciati per aria e presi a calci. «Siete più morti che vivi» | VIDEO

Animali morti o sofferenti. Inutili maltrattamenti. Sovraffollamento. Abuso di farmaci. È quanto emerge dalle immagini di nuova inchiesta choc sugli allevamenti intensivi di polli in Italia realizzata dall’associazione Essere Animali. I video riguardano aziende che riforniscono i principali marchi del nostro paese.

ALLEVAMENTI DI POLLI, ANIMALI SOFFERENTI E MALTRATTATI

I polli, che vengono ingrassati in sole sei settimane, una velocità innaturale, sono costretti a vivere in uno spazio di pochi centimetri. Durante la crescita quello spazio a loro disposizione diminuisce sempre più (in un solo edificio finiscono fino a 240mila animali) e peggiorano anche le condizioni di vita. La ressa aumenta il rischio di malattie e viene fatto un massiccio uso di farmaci. Ogni anno in Italia vengono macellati circa 500 milioni di polli. Spesso non escono mai all’aperto. Talvolta vengono anche lanciati per aria e presi a calci. Dopo 40 giorni vengono caricati con violenza nelle gabbie per essere trasportati al macello. «La carne di pollo costa poco, ma tu puoi risparmiare agli animali questa sofferenza», è il messaggio degli animalisti.

 

 

(Immagini: video di Essere Animali caricato su YouTube)