firenze carabinieri
|

«Ve la siete cercata». Gli assurdi commenti alle americane sul caso dei carabinieri a Firenze

Quando il violentatore è straniero si evocano, giustamente, espulsioni e si condanna il crimine ma quando il carnefice (presunto, perché c’è ancora una indagine in corso) è in divisa ed è italiano le cose cambiano. «Sono sempre dalla parte delle donne – commenta Rita – ma in questo caso andrei cauta nel condannare subito mediaticamente i carabinieri. Bene che si indaghi, anzi benissimo ma non affrettiamo i tempi». Che premura, no? Quello di Rita è uno dei commenti più delicati che abbiamo raccolto on line contro le ragazze americane che hanno denunciato la violenza subita a Firenze. Le due giovani hanno puntato il dito contro due uomini, italiani, in divisa. I militari erano in servizio e si sarebbero offerti di riaccompagnarle a casa con la gazzella dell’Arma. Ascoltate separatamente le due giovani hanno confermato le loro accuse e fornito una versione non contraddittoria. Sarebbero state violentate una nell’androne del palazzo e l’altra in appartamento. Ci sono ancora delle indagini in corso ma al di là dell’ inchiesta c’è chi dà addosso alle studentesse in questione. Per esempio Donato.

Troppo facile però denunciare…. Tutti conosciamo la facilità delle giovani studentesse americane ubriache…se nn reggette l acool prendete l acqua S.benedetto… Vaia Vaia vaia… Prima scopano poi si pentono

LEGGI ANCHE > STUPRO RIMINI, DALLA PM ALLE POLIZIOTTE: «NON È IMPORTANTE ESSERE UOMINI O DONNE: ABBIAMO FATTO IL NOSTRO LAVORO»

Tra i tanti commenti contro le ragazze c’è anche Simonetta a cui non sfugge nulla.  «Inventata…Perché il regime che abbiamo deve far muovere l ago della bilancia, gli africani che violentano la ragazza Polacca e l altra, le ragazzine ( loro guarite) che con la loro malaria condannano a morte una bimba», aggiunge mischiando il caso fiorentino con il resto della cronaca nazionale. Secondo lei, donna come le studentesse che hanno denunciato lo stupro, «dalle visite dell ospedale non risulta violenza sulle ragazze». Nessuno pensa che, anche se il rapporto fosse stato consenziente, i militari avrebbero comunque commesso un illecito.

Sicuramente le due “corvaccie”, sboldrina e la fata dei boschi , si recheranno a porgere la solidarietà alle due presunte violentate. Cosa che non mi risulta abbiano fatto con i due cittadini polacchi, oggetto di “sevizie” .Tengo a precisare che se colpevoli i due carabinieri dovrebbero essere doppiamente condannati per il ruolo che rivestono. Questo sia chiaro. (Angelo)

Ma io andrei un po piu a fondo che siano pagate dalla boldrini non direttamente questo lo dovranno scoprire gli investigatori e se poi sono stati loro pagheranno. (Maria Stella)

Indagati per atto dovuto…ma se non sarà provato lo stupro si augura che lo Stato italiano espelli IMMEDIATAMENTE queste 2 americane per aver gettato fango sul NOSTRO PAESE. (Daniele, in caps lock)

Perché buttare fango sui Carabinieri???? Secondo me le americanine prima hanno circuito i ragazzi e poi…. La denuncia. Se non volevano perché li hanno fatto salire a casa loro???? I Carabinieri sicuramente erano in divisa e- non credo _ si sarebbero messo così stupidamente sotto scopa. No! Non so perché ma non ci credo. (Antonina)

Guarda la gallery: