toilette per gay
|

Toilette per gay: l’insegna omofoba nell’agriturismo Le Camporelle vicino a Lecce

C’è anche l’insegna della toilette per gay nell’agriturismo Le Camporelle di Cavallino, un paese vicino a Lecce. La dununcia arriva dall’associazione Lea-Liberamente e Apertamente: «È allucinante – dichiara Gianluca Rollo dell’associazione Lea – che nel 2017 esistano ancora casi di questo tipo, dove si ricalca una grande confusione fra identità di genere e orientamento sessuale, e lo si fa sfoggiando delle comunicazioni in locali pubblici così fuorvianti e omofobe, che avviliscono e fanno molto male. Dovrebbe essere il tempo in cui i bagni di qualsiasi locale non presentino più divisioni di nessuna “categoria”, ma che inizino ad essere ‘Gender Free’ senza distinzione di genere alcuna, figuriamoci farlo con questa volgarità che genera discriminazioni».

LA PROPRIETARIA DELL’AGRITURISMO: «L’INSEGNA DELLA TOILETTE PER GAY ERA DELLA PRECEDENTE GESTIONE E NON SI VEDEVA»

La richiesta dell’associazione Lea-Liberamente e Apertamente ai gestori dell’agriturismo Le Camporelle di Cavallino è «di eliminare immediatamente quel cartello della toilette per gay dai bagni del locale e di scusarsi con tutta la comunità LGBT e non». La replica non si fa attendere: «Nessuna discriminazione, il cartello è sopra le porte dalla precedente gestione ma è sempre stato coperto e non abbiamo mai pensato di toglierlo perché non si vedeva». La proprietaria dell’agriturismo Le Camporelle spiega a Repubblica che «Qualcuno si è divertito ad arrampicarsi fino a quell’altezza e sbirciare sotto la copertura, fotografando poi il cartello così com’era quindici anni fa. Per noi è sempre stato un pezzo di muro disegnato e null’altro, anche perché i bagni per i clienti sono due, uno per portatori di handicap con porta più grande e l’altro per uomini e donne. Non ci sarebbe stata nemmeno la possibilità architettonica di mettere un cartello del genere. Probabilmente abbiamo fatto male a non toglierlo, ma ribadisco che fino a qualche giorno fa non è mai stato visibile».

LEGGI ANCHE > TRIPADVISOR, OFFESE OMOFOBE CONTRO IL CLIENTE CHE HA LASCIATO UNA RECENSIONE NEGATIVA

INSEGNA DELLA TOILETTE PER GAY, PIOGGIA DI POLEMICHE CONTRO L’AGRITURISMO LE CAMPORELLE

La titolare della tenuta Le Camporelle precisa anche che nell’agriturismo spesso sono state ospitate coppie omosessuali, «con le quali abbiamo instaurato bellissimi rapporti, al punto che alcune sono diventate amiche di famiglia». La diffusione della foto dell’insegna ha danneggiato fortemente l’immagine della sua attività: sui social pioggia di polemiche contro l’insegna della toilette per gay e sulla casella e-mail della struttura messaggi anche offensivi. «Non mi do nemmeno la pena di rispondere – conclude la proprietaria – gli atteggiamenti discriminatori non ci appartengono e chi ci conosce ed è stato nostro ospite lo sa molto bene. Mi spiace, però, che qualcuno – forse per scherzo – abbia voluto farci una così brutta pubblicità».

TAG: Omofobia