Alternativa per la Germania
|

Una candidata di Alternativa per la Germania ha definito l’Islam peggio della peste

Alternativa per la Germania è protagonista di un nuovo caso legato alle affermazioni razziste dei suoi esponenti. AfD, una formazione di destra nazionalista fondata per combattere l’euro ma da diverso tempo ormai caratterizzatasi come il partito contro i migranti della Germania, si trova in forti difficoltà per le dichiarazioni di una sua candidata al Bundestag per le elezioni Germania 2017 del prossimo 24 settembre.

LA CANDIDATA DI AFD ALLE ELEZIONI GERMANIA 2017 CHE DEFINISCE L’ISLAM PEGGIO DELLA PESTE

Laleh Hadjimohamadvali, militante di Alternativa per la Germania che si era candidata nella primavera scorsa per le elezioni statali in Saarland vinte poi dalla Cdu di Angela Merkel, avrebbe definito l’Islam peggio della peste durante un congresso del partito. Nel suo intervento all’assise svoltasi a Völklingen Laleh Hadjimohamadvali avrebbe attaccato con parole durissime la religione musulmana, tanto da far aprire un’indagine per incitazione all’odio razziale alla procura di Saarbrücken. Il candidato che guiderà la lista proporzionale di  AfD in Saarland alle elezioni federali, l’avvocato Christian Wirth, ha preso le distanze dalle dichiarazioni della sua collega di Alternativa per la Germania. La candidata di AfD sul suo sito si descrive come una donna nata in Iran, che negli anni ottanta è scappata in Germania per sfuggire dall’Islam.

Alternativa per la Germania

Sul suo profilo Facebook Laleh Hadjimohamadvali scrive ripetutamente post di critica all’Islam, come questo in cui si chiede come si possa definire pacifica una ideologia che risponde con la morte o con le minacce a ogni critica.

 

LEGGI ANCHE > ELEZIONI AUSTRIA 2017, SEBASTIAN KURZ SFIDA IL CANCELLIERE KERN E IL NO EURO STRACHE

ALTERNATIVA PER LA GERMANIA, I PROBLEMI CON LE DICHIARAZIONI RAZZISTE E NAZISTE

Alternativa per la Germania è un partito che negli ultimi anni, dopo l’uscita del suo leader e fondatore Bernd Lucke, si è spostato ulterioremente a destra, avvicindansosi col radicalismo nazionalista su temi quali immigrazione e Islam. Alcuni suoi esponenti sono stati indagati per aver difeso il regime nazista.

LEGGI ANCHE > ELEZIONI REPUBBLICA CECA 2017, ANO DI ANDREJ BABIŠ IN TESTA GRAZIE ALLA LOTTA AI MIGRANTI E AI POLITICI CORROTTI

Elena Roon, anch’ella candidata in un primo momento per il Bundestag, ha lasciato AfD dopo che era esplosa la polemica per il suo appello al ritorno di Adolf Hitler. Björn Höcke aveva generato infinite critiche per aver evidenziato come la Germania si lamentasse eccessivamente per i crimini nazisti, e dovesse smettere di chiedere scusa per il suo passato.

Foto copertina: Sachelle Babbar via ZUMA Wire