Borgonzoni
|

Lucia Borgonzoni pubblica la foto di un attivista del Làbas picchiato scambiandolo per un poliziotto

Lucia Borgonzoni è stata protagonista di un proverbiale epic fail. La consigliere comunale della Lega Nord, candidato sindaco del centrodestra alle elezioni comunali del 2016 e assai apprezzata da Matteo Salvini, ha infatti denunciato su Facebook le violenze avvenute ieri contro la polizia durante lo sgombero del centro sociale Làbas. Borgonzoni ha scritto sulla sua pagina pubblica di Facebook: Sei agenti feriti dai paladini dell’occupazione Làbas…come detto non è tollerabile che il comune non trovi spazio per queste perone (sic)…se #Merola pensa di farlo depositeremo subito esposto alla Corte dei Conti e in procura. Con la Procura e la Questura, per il lavoro svolto. Borgonzoni, a corredo dello status, ha postato questa foto, che ritraea una persona con vistose ecchimosi in diverse parti del corpo.

LEGGI ANCHE > BOLOGNA, SGOMBERATO IL CENTRO SOCIALE LÀBAS: LE FORZE DELL’ORDINE COLPISCONO E TRASCINANO VIA I MANIFESTANTI | VIDEO

Borgonzoni
Dal profilo Facebook di Mazzetta

LUCIA BORGONZONI SCAMBIA UN MANIFESTANTE DEL LABAS PICCHIATO PER UN POLIZIOTTO

La salviniana bolognese voleva evidentemente evidenziarie le violenze compiute dagli attivisti del Làbas, ma invece ha condiviso le foto proprio dei manifestanti malmenati dagli agenti durante gli scontri di piazza seguiti allo sgombero del centro sociale. Dopo pochi minuti il post da Facebook è stato rimosso: evidentemente qualcuno ha segnalato a Lucia Borgonzoni come le foto ritraessero l’esatto opposto di ciò che avrebbe voluto comunicare.  La denuncia, diciamo così, di Lucia Borgonzoni è seguita allo sgombero della ex caserma Masini, da tempo occupata dal centro sociale Làbas, che ieri ha provocato scontri tra i poliziotti e una sessantina di manifestanti scesi in piazza per difendere l’edificio occupato.

Foto copertina: profilo Facebook di Massimo Mazza, Mazzetta.