psicosi orso
|

Psicosi orso in Trentino, «L’Adige» gli attribuisce la colpa degli incubi notturni

È psicosi orso in Trentino. A diffonderla, in molti casi, sono proprio i quotidiani d’informazione. Ieri, sulle pagine cartacee e online de L’Adige è comparso questo titolo: «L’orso colpisce in sogno, donna in ospedale». Ma non è come sembra. L’animale non ha aggredito nessuno, meno che mai la donna che stava dormendo. Si tratta, invece, di una vicenda ben diversa, che si può capire solo leggendo l’articolo integrale. E ai tempi di un’informazione sempre più rapida, in cui il lettore si sofferma solo sui titoli, l’operazione può risultare piuttosto dannosa e, potenzialmente, portatrice di fake news.

LEGGI ANCHE > Trento, l’ordinanza anti orso che prevede «ergastolo» e «uccisione»

PSICOSI ORSO IN TRENTINO, IL TITOLO DE «L’ADIGE»

Il racconto del quotidiano, segnalato e denunciato dalla pagina Facebook Convivere con l’orso sulle Alpi, parlava di un incubo durante il sonno a causa del quale la donna protagonista della sfortunata vicenda sarebbe caduta dal letto e sarebbe corsa in ospedale con una costola incrinata.

La donna avrebbe sognato un orso, suggestionata da alcuni racconti fatti dai suoi amici la sera prima in un ristorante. Nessuna aggressione reale – per fortuna -, ma un vero e proprio modo di diffondere il panico tra i lettori del quotidiano. Che, ora – è proprio il caso di dirlo – non potranno neanche dormire sonni tranquilli.

PSICOSI ORSO IN TRENTINO, I PRECEDENTI

Nei giorni scorsi, effettivamente, in Trentino si era diffusa la notizia di una aggressione di un orso ai danni di un uomo, alla quale sono seguiti numerosi avvistamenti (o presunti tali) nei boschi e vicino ai centri abitati dell’area. Le associazioni animaliste (e la stessa pagina Facebook citata in precedenza) mettono in guardia da un eccessivo allarmismo e da quella che può trasformarsi in una vera e propria psicosi ingiustificata.

(FOTO da pagina Facebook: Convivere con l’orso sulle Alpi)