Qatar
|

Perché il Qatar compra Neymar e sette navi da guerra dall’Italia

Il Qatar ha speso quasi 6 miliardi in un giorno. Un piccolo record considerando che non si tratta si prestazioni sociali, la voce più alta abitualmente nei bilanci statali assieme alle retribuzioni dei dipendenti pubblici, ma dell’acquisto di un calciatore e di navi militari. Ieri è infatti diventato sostanzialmente ufficiale il trasferimento di Neymar dal Barcellona al PSG, la squadra di Parigi controllata dal Qatar Sport Investement. L’emirato, una monarchia guidata da da ormai un paio di secoli dalla famiglia Al Thani, ha inoltre acquistato sette navi da guerra da Fincantieri, annunciando l’accordo in contemporanea con l’arrivo di Neymar al Paris Saint-Germain.

 

I FOLLI ACQUISTI DEL QATAR PER NEYMAR E LE NAVI DA GUERRA DI FINCANTIERI

Il ministro degli Esteri Alfano, insieme al suo collega responsabile della diplomazia del Qatar, membro della famiglia Al Thani, hanno annunciato la conclusione dell’intesa raggiunta tra Fincantieri e la Marina del’emritato circa un anno fa. L’Italia costruirà quattro corvette da oltre 100 metri, una nave anfibia e due pattugliatori, un affare da 5 miliardi di euro. L’acquisto di navi militari che il Qatar al momento non è neppure in grado di far navigare – manca il personale locale, dovrebbero essere assunti stranieri – è quasi più misterioso dell’enorme investimento fatto dal PSG per Neymar. Oltre ai 222 milioni di euro versati al Barcellona per la clausola rescissoria, gli emiri di Doha garantiranno a Neymar una retribuzione tale da far lievitare la spesa complessiva oltre i 500 milioni di euro. Una cifra così alta che non ha alcun precedente nella storia del calcio, ed evidenza come il Qatar stia facendo di tutto, letteralmente, per uscire dall’isolamento internazionale in cui è precipitato in questi mesi. L’Arabia Saudita e l’Egitto, insieme alle monarchie petrolifere del Golfo, hanno deciso di sanzionare il Qatar con un blocco commerciale e la rottura delle relazioni diplomatiche punendo i suoi affari con il nemico Iran da una parte, e dall’altra il suo sostegno alla Fratellanza musulmana.

LEGGI ANCHE > NEYMAR LASCIA IL RITIRO DEL BARCELLONA, L’AGENTE TWITTA DA PARIGI: L’ACQUISTO PIÙ COSTOSO DELLA STORIA DEL CALCIO È COSA FATTA

PERCHÈ IL QATAR COMPRA NEYMAR LE NAVI DA GUERRA DALL’ITALIA

Gli Al Thani hanno deciso di costruire un’enorme operazione di marketing per riportare un’immagine positiva sul Qatar. Neymar è uno dei calciatori più famosi del mondo, ha un enorme seguito nei Paesi arabi, dove il calcio è di gran lunga lo sport più amato, e il suo acquisto ha una valenza strategica che supera anche i motivi calcistici piuttosto evidenti. La clamorosa esclusione dalla Champion’s League per opera proprio del Barcellona, con il 6 a 1 al Camp Nou che ha ribaltato la vittoria del PSG per 4 a O al Parco dei principi della capitale transalpina, ha spinto i vertici della squadra parigini a un piano di rafforzamento senza precedenti nella storia del calcio. L’addio del Barça alla Qatar Foundation, primo sponsor dei blaugrana, ha poi reso ancora più interessante per la famiglia Al Thani lo strappo di Neymar. Serviranno queste spese così elevate? Se a livello calcistico l’acquisto del numero 10 brasiliano appare poco motivato, a livello militare le navi militari prese dall’Italia appaiono ancora più infondate.

Foto copertina: David Santiago/TNS via ZUMA Wire

TAG: Neymar, Qatar