overshoot day
|

Oggi è l’Overshoot Day: esaurite le risorse che la Terra ci aveva donato per il 2017

Oggi, 2 agosto, è l’Overshoot Day, il giorno in cui sulla Terra sono state esaurite le risorse che il nostro pianeta ci mette a disposizione (è in grado di rigenerare) per un anno. In poco più di 7 mesi abbiamo sprecato tutto ciò che avremmo dovuto consumare nei 12 mesi del 2017, e lo abbiamo fatto tra l’altro con 6 giorni di anticipo rispetto al 2016, quando il budget della natura terminò l’8 agosto.

 

LEGGI ANCHE > L’orto botanico di Padova, primo esempio al mondo per la scienza e la cultura

 

OVERSHOOT DAY, IN 7 MESI BRUCIATE LE RISORSE DI UN ANNO

I calcoli vengono effettuati annualmente dal Global Footprint Network, un’organizzazione nata nel 2003 e basata in Usa, Belgio e Svizzera che ha sviluppato il concetto di ‘impronta ecologica’ dell’umanità e avviato campagne di sensibilizzazione. Secondo le stime noi abitanti della Terra stiamo inquinando e utilizzando le risorse della Terra come se avessimo a disposizione 1,7 pianeti. Il nostro spreco è molto legato alle eccessive emissioni di anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera: anche se le dimezzassimo l’Oveshoot Day si sposterebbe in avanti di appena tre mesi, 89 giorni. Negli ultimi 5 mesi dell’anno, dunque, saremo costretti a bruciare risorse che avremmo dovuto utilizzare in realtà ben più tardi.

OVERSHOOT DAY, CI SERVONO 4,3 ‘ITALIE’

Ma l’Overshoot Day’ è un segnale preoccupante anche per il suo progressivo allontanamento dalla data di fine anno. Nel 2015 fu celebrato il 13 agosto, nel 200 a fine settembre. L’Italia, come tutti gli altri paesi sviluppati, con è una buona maestra. In base ai dati del Global Footprint Network per soddisfare con le nostre risorse solo la domanda degli italiani servirebbero 4,3 «Italie». In questo singolare elenco siamo quarti dopo Corea del Sud (8,8), Giappone (7,1) e Svizzera (4,3). Le cause del consumo eccessivo delle risorse che la Terra rigenera sono varie. Gli esperti indicano soprattutto la pesca sconsiderata, la deforestazione, il consumo abnorme di acqua, le estrazioni di combustibili fossili, gli sprechi per attività agricole e allevamenti.

(Foto: la foresta amazzonica, in una immagine dal sito della Nasa. Credit: ANSA / INTERNET)