divieto animali supermercati
|

Niente spesa con animali da compagnia

Agosto è alle porte e a Padova già si annunciano le prime novità. Su iniziativa di un punto vendita Pam (Più A Meno) di proprietà della famiglia Bastianello, sarà vietato accedere accompagnati da cani e gatti. Questo è il cartello che si legge nel supermercato collocato in Piazzetta Garzeria, di fronte all’ingresso centrale del Caffè Pedrocchi.

VIETATI ANIMALI DOMESTICI AL SUPERMERCATO: LE NOVITÀ NEI NEGOZI DEL GRUPPO PAM

Rinnovato il regolamento adottato dal Gruppo Pam. Nelle scorse ore sono comparse alcune indicazioni che stravolgono le abitudini quotidiane di alcuni consumatori, i quali sono soliti andare a fare la spesa con i loro amici a quattro zampe. «Da martedì prossimo, 1 agosto, in conformità al Regolamento CEE 852/2004 sulla disciplina dell’igiene e della sicurezza dei prodotti alimentari, in questo supermercato, è vietato l’ingresso a tutti gli animali domestici»: in questo modo, pur non nominandoli esplicitamente, il cartello affisso indica che cani e gatti non possono più accedere nei punti vendita. A ciò si aggiunge il fatto che, nelle scorse ore, avvisi simili si leggono anche nelle attività affiliate di Galleria San Carlo, dell’Arcella e di piazza Santa Croce. In deroga al divieto, è comunque precisato che i cani che accompagnano i non vedenti e gli animali utilizzati dalle forze di polizia in servizio possono comportarsi diversamente.

VIETATI ANIMALI DOMESTICI AL SUPERMERCATO: LE DICHIARAZIONI DOPO IL CARTELLO

Le prime dichiarazioni sono quelle che il direttore del Pam al Pedrocchi rilascia a “Il Mattino di Padova”, dove cerca di rispondere alle perplessità avanzate nelle ultime ore: «Sino a oggi i nostri clienti hanno avuto sempre la possibilità di portarsi al supermercato i cani, ma solo quelli di piccola taglia, che, in genere, sono quelli che si possono tenere sotto controllo anche durante il tempo necessario per fare la spesa». Lo stesso puntualizza che non si tratta di una volontà del gruppo commerciale, ma attiene alla nota della Direzione Generale per l’Igiene e la Sicurezza degli Alimenti del Ministero della Salute, sottoscritta lo scorso 27 marzo e e inviata agli assessorati competenti di tutte le Regioni. Una direttiva che «è stata reiterata anche il 7 giugno dal direttore generale dell’ufficio del Ministero della Salute – continua – che ha risposto a una presa di posizione, ufficializzata anche sulla stampa nazionale, della Lav (Lega Italiana Antivivisezione), che si era dichiarata contraria al divieto degli animali nei supermercati».

 

(foto archivio Ansa)

TAG: cani