free vax
|

Quello strano silenzio dei media (e della Rai) sulle manifestazioni contro il decreto vaccini

Alcune decine di migliaia di persone scese in piazza in queste settimane per manifestare in tutti Italia il proprio dissenso al decreto Lorenzin sui vaccini obbligatori sembrano non aver trovato adeguata visibilità sui media, dalla tv alla carta stampata. Il popolo dei cosiddetti ‘free vax’, gli attivisti che invocano la «libertà di scelta» nelle cure mediche e nella prevenzione, denunciano il silenzio calato sulla loro protesta nel momento di più acceso dibattito sulle vaccinazioni e di continui e affollati raduni organizzati in lungo e in largo per il Paese.

 

LEGGI ANCHE > MAMME FREE VAX BRACCANO LA MINISTRA LORENZIN E PROVANO AD APRIRLE L’AUTO | VIDEO

 

MANIFESTAZIONI FREE VAX CONTRO IL DECRETO LORENZIN, SILENZIO IN TV

Martedì hanno alzato la voce per evidenziare l’assenza della loro protesta dai tg con un sit-in davanti alla sede Rai di viale Mazzini. Da La7 e Sky si sentono più tutelati (o meno ignorati, questione di punti di vista). L’allarme è scattato dopo l’8 luglio, giorno della manifestazione di Pesaro, dove si sono presentati 40mila persone, un numero straordinario anche per gli stessi organizzatori (erano attesi in 10mila). Come abbiamo già raccontato, il popolo arancione nella sua iniziativa di maggior successo ha ottenuto una copertura mediatica su giornali e in tv nettamente inferiore a quella ottenuta dal raduno del nuovo Movimento Animalista di Michela Brambilla (che nello stesso giorno raccoglieva appena 2mila persone in un corteo a Roma, dal Colosseo a Piazza Venezia, e conquistava un servizio nei tg della Rai). Qualcosa di simile è accaduto martedì scorso, quando oltre un migliaio di attivisti si sono incontrati, nel giorno dell’inizio dell’esame del decreto vaccini in Aula, in piazza delle Cinque Lune, nei pressi dell’ingresso del Senato. Anche in questa occasione la partecipazione ha superato le aspettative degli organizzatori e delle forze dell’ordine, che si sono trovate costrette a chiudere corso Rinascimento.

 

MANIFESTAZIONI FREE VAX IGNORATE, LE FOTO

 

MANIFESTAZIONI FREE VAX E MEDIA, RAI NEL MIRINO

Disattenzione o pregiudizio? I più maliziosi, chi sospetta di una precisa scelta per far passare sottotraccia il tema vaccini e il decreto Lorenzin, fanno circolare in rete una vecchia puntata di Report in cui Milena Gabanelli presentava un’inchiesta sui vaccini, dove si parlava del mercurio, evidenziando che allora il servizio ebbe diversa accoglienza rispetto all’ultimo documentario di aprile sulla farmacovigilanza. Dunque, si chiedono: sono cambiati i vaccini o la Rai?

MANIFESTAZIONI FREE VAX, ANCORA APPUNTAMENTI

Qualunque sia la risposta, e qualunque sia il giudizio di ognuno sull’impegno dei free vax, è un dato di fatto che le proteste sono spuntate come funghi in una lunga serie di piccole e grandi località, da Lecco a Salerno, da Varese ad Assisi, da Cuneo a Taranto, da Pordenone a Livorno, da Cesenatico a Taranto. Non mancheranno appuntamenti anche nei prossimi giorni. Una nuova manifestazione lunedì a Montecitorio, dalle 16, darà il via alle ultime proteste prima del via libera definitivo del decreto alla Camera. Domani, sabato 22 luglio, è in programma invece, sempre nella Capitale, un corteo con ritrovo alle 17 presso l’Arco di Costantino e arrivo a Piazza della Bocca di Verità. E con uno sguardo rivolto alla rassegna stampa.

TAG: Vaccini