Renzi
|

Matteo Renzi prende in giro Matteo Salvini per il bacio di Elisa Isoardi a un altro uomo

Matteo Renzi ha preso in giro Matteo Salvini per il bacio dato da Elisa Isoardi a un altro uomo, Matteo Placidi, immortalo dalla rivista Chi. Lo sfottò è avvenuto in un fuorionda di Bersaglio Mobile, la trasmissione di Enrico Mentana, ieri tornata in onda dopo una pausa con una lunga intervista al segretario del Partito Democratico. Renzi ha prima espresso solidarietà, rimarcando come siano cose private, per poi commentare con una battuta sul selfie scattato da Salvini con Elisa Isoardi al parco di Modena.  «Non è che gli abbia portato proprio bene», ha detto secondo un articolo del Giornale scritto da Lodovica Bulian.

Renzi

L’immagine della coppia, pubblicata su Instagram, aveva riscosso grande attenzione, anche perché nei mesi scorsi Salvini era stato sempre molto restio a parlare della sua vita privata, anche alla luce della popolarità di una conduttrice TV come Elisa Isoardi. Il selfie della coppia è stato però scattato in contemporanea, qui l’ironia di Renzi, al servizio fotografico di Chi che svela i ripetuti baci e abbracci di Elisa Isoardi con Matteo Placidi a Ibiza.

MATTEO RENZI E LO SFOTTÒ A SALVINI PER IL BACIO DI ELISA ISOARDI SU CHI

Curiosamente, nello stesso numero di Chi c’è una lunga intervista di Matteo Renzi sull’importanza di sua moglie Agnese Landini e della sua famiglia nel suo percorso politico. Per il momento Salvini ha preferito non commentare il servizio di Chi, proseguendo il silenzio sulla sua vita privata che da tempo lo contraddistingue, in particolare per la protezione della privacy dei suoi due bambini.  Il commento di Renzi è il primo fatto da un politico italiano sul caso, mentre sui media così come sui social network la notizia del bacio di Elisa Isoardi a un altro uomo è diventata una delle più seguite degli ultimi giorni. Su Facebook come su Twitter c’è stata molta ironia nei confronti di Matteo Salvini, con numerosi meme che lo ritraggono con le corna in testa.

FOTO COPERTINA: ANSA/ ANGELO CARCONI