vaccini farmacia
|

Vaccini, l’emendamento che permetterà la somministrazione in farmacia

I vaccini potranno essere somministrati anche in farmacia. La decisione è contenuta in un emendamento al disegno di legge del ministro Beatrice Lorenzin, firmato dai senatori Luigi D’Ambrosio Lettieri, Andrea Mandelli e Maria Rizzotti (Fi) e approvato ieri dalla Commissione Sanità di Palazzo Madama. La ragione del provvedimento è quella di favorire l’incremento delle coperture e dare un ulteriore impulso alle campagne di profilassi.

LEGGI ANCHE > Pesaro, il raduno dei free-vax rende felici gli albergatori (e il sindaco PD ingoia il boccone amaro)

VACCINI FARMACIA: LE RAGIONI DEL PROVVEDIMENTO

L’Italia, se l’emendamento dovesse essere approvato in via definitiva dal Parlamento, sarebbe così uno dei dieci Paesi europei dove i vaccini potranno essere somministrati anche in farmacia. Il testo, infatti, autorizzerebbe i medici a utilizzare anche le farmacie per le operazioni di profilassi, avvalendosi anche di eventuali infermieri o assistenti sanitari.

Sarà bene insistere su questo punto per evitare possibili fraintendimenti: la pratica della vaccinazione potrà essere espletata nelle farmacie, ma soltanto se a guidare le operazioni saranno i medici. Le farmacie, invece, dovranno rilasciare al paziente una certificazione gratuita dell’avvenuta vaccinazione e spedirne una copia all’Asl, per assicurare l’aggiornamento del libretto delle vaccinazioni.

VACCINI FARMACIA, IL COMMENTO DELLA LORENZIN

L’emendamento incontra il parere favorevole del ministro Beatrice Lorenzin: «È un’ottima novità, che rende operativa la farmacia di servizio. Ovviamente le vaccinazioni saranno gratuite» ha detto l’esponente del governo a margine di un incontro con Confagricoltura a Roma. Il ministro, inoltre, ha spiegato che se l’emendamento dovesse essere approvato in via definitiva, sarà il governo a stabilire le modalità con cui effettuare il servizio e per avviare la concertazione con le Regioni affinché questa pratica possa essere operativa.

(FOTO: Ton Koene via ZUMA Wire)