vasco rossi
|

Concerto Modena Park, quanto ha guadagnato Vasco Rossi?

Qual è il volume d’affari del concerto di Vasco Rossi a Modena Park? È una domanda che si pongono in tanti all’indomani dell’evento da record che ha radunato 220mila fan sotto il palco e incollato allo schermo 5,6 milioni di telespettatori. Le stime spuntano anche su alcuni quotidiani. L’inviato del Mattino di Napoli Federico Vacalebre, ad esempio, parla di 12-13 milioni di euro di incasso per la vendita dei biglietti (contro i 10 previsti) ai quali vanno aggiunti anche il ritorno del diritto d’autore Siae, probabilmente anch’esso da primato, le presenze nei cinema, la diretta Rai e altre fonti di reddito come libri e dvd:

Impossibile quantificare quanto sia valso economicamente Modena Park, anche considerando gadget, cibi e beveraggi venduti all’interno dell’area, per non dire del previsto dvd celebrativo della festa per i primi quarant’anni di carriera del provocautore. E dei tre libri (uno con tutti i testi, un secondo sulla prima parte della carriera ad opera di Marco Mangiarotti, l’ultimo sulla produzione più recente firmato da Michele Monina) la cui pubblicazione è stata concertata da Tania Sachs, storico ufficio stampa di Rossi, peraltro da tempo già il maggior contributore del fisco a Bologna. Il totale sarà in ogni caso ancora una volta da record, in Italia, ma non solo, probabilmente.

 

LEGGI ANCHE > CONCERTO VASCO ROSSI, SUI SOCIAL LA RIVOLTA CONTRO I COMMENTI DI PAOLO BONOLIS

 

CONCERTO VASCO ROSSI, VOLUME D’AFFARI: STIME FINO A 36 MILIONI

Camilla Conti sul Giornale, invece, stima un valore complessivo di 36 milioni di euro, sommando ai 12 milioni di incasso anche 700mila euro derivanti dalla vendita di 48mila biglietti staccati in 197 cinema, dove il concerto è stato proiettato in diretta, i diritti tv, il merchandising e la raccolta pubblicitaria:

Al fatturato totale di Modena Park – inquadrato in una società ad hoc chiamata Big Bang – bisogna aggiungere i diritti televisivi, gli ingressi nei  cinema che hanno proiettato il concerto in alta definizione, le 12 piazze collegate e la raccolta pubblicitaria, il merchandising affidato all’Universal, i diritti per il food and beveradge. Le stime sfiorano i 36 milioni compresi gli alberghi che erano pieni fino a Rimini. E nella sola provincia di Modena gli hotel pare abbiano fatturato due milioni.
E poi c’è lui, Vasco. La star di Zocca opera sul mercato discografico con una unica società, la Giamaica srl.

Gli introiti dei cantanti, si sa, variano a seconda del lancio di album e dell’organizzazione di tour. Secondo la ricerca del Giornale la società riconducibile a Vasco Rossi nel 2015 ha chiuso con un utile di 1,5 milioni, in crescita rispetto agli 1,1 milioni del 2014, e un patrimonio netto di quasi 21 milioni. Attraverso Giamaica il cantante controlla anche altre tre società statunitensi che sovrintendono sue proprietà immobiliari in California e Florida.

(Foto: ANSA / ALESSANDRO DI MEO)