mentana paragone
|

Mentana si schiera dalla parte di Gianluigi Paragone: «Niente epurazioni»

«Dalla strada delle botteghe della 7 non si sfratta nessuno, né lo si lascia nella bottega chiusa. Magari si cambia un’insegna, si mette in mostra un lavoro nuovo, ma niente epurazioni. Paragone chiaro?». Così Mentana difende il collega di rete Gianluigi Paragone. La sua Gabbia è stata chiusa dopo anni di trasmissione tv: scelte editoriali dovute alla nuova linea dettata dal direttore di rete Andrea Salerno.

Ecco qui il post per intero pubblicato su Facebook

La7 è come una strada di artigiani, in cui ognuno ha la sua bottega, coi suoi talenti e i suoi difetti: insomma con le sane differenze che rendono varia un’offerta. Capita che arrivi qualcuno da fuori ad aprire il suo spazio, ed è sempre ben accetto. Capita che qualcuno scelga di andare altrove, ed è il mercato. Ma dalla strada delle botteghe della 7 non si sfratta nessuno, né lo si lascia nella bottega chiusa. Magari si cambia un’insegna, si mette in mostra un lavoro nuovo, ma niente epurazioni. Paragone chiaro?

LEGGI ANCHE > ADDIO AL TALK SHOW DI PARAGONE, LA7 CHIUDE LA GABBIA

Mentana non è l’unico a difendere Paragone. In tanti hanno manifestato solidarietà alla redazione e agli inviati di La7. Da Diego Fusaro a Francesca Barra.

 

 

(foto via Twitter)