maschicidio Modena
|

Maschicidio a Modena: 50enne uccide il compagno e si costituisce

È il terzo episodio in pochi giorni. Una donna di Modena ha ucciso il proprio compagno a coltellate (almeno una decina di colpi, secondo le prime indiscrezioni) e successivamente si è costituita. L’omicidio è avvenuto intorno alle 6 del mattino, in un condominio di via Mare Adriatico. La vittima, Claudio Palladio, è un dirigente d’azienda di 60 anni: la compagna era la ex badante di sua madre.

LEGGI ANCHE: «Torino, mamma accoltella figlio di 7 anni e si lancia dal balcone»

LA DINAMICA DEL MASCHICIDIO MODENA

È stata la stessa donna a dare l’allarme alla polizia, ma quando la volante è intervenuta sul posto era già troppo tardi. Le forze dell’ordine l’hanno portata via, mentre altri colleghi stanno effettuando altri rilievi nell’appartamento per comprendere la dinamica dell’omicidio.

MASCHICIDIO MODENA, I PRECEDENTI DEGLI ULTIMI GIORNI

Si tratta del terzo caso di una donna che uccide il proprio compagno o un proprio conoscente in pochi giorni. Il 19 giugno, a Villongo in provincia di Bergamo, una donna ha investito un quarantenne che, stando alle prime ricostruzioni, l’avrebbe minacciata con un coltello. In quel caso, si è trattato di un presunto episodio di stalking finito in tragedia: la vittima, infatti, avrebbe da tempo infastidito la donna in modo pesante.

Nella giornata di ieri, invece, a Campasso di Sampierdarena in provincia di Genova, una donna italo-brasiliana ha ucciso il marito (un 35enne meccanico disoccupato) sempre a colpi di coltello. «La mia vita era diventata un inferno, mi picchiava ogni giorno – si è difesa la donna -. L’ho ucciso soltanto perché aveva un’arma in mano. Cosa dovevo fare?».

TAG: Modena