lara comi
|

Lara Comi: «Io, vittima di stalking, ho paura»

La vita di Lara Comi si è trasformata in un inferno. La 34enne eurodeputata di Forza italia è infatti vittima di stalking, perseguitata dalle telefonate, dai messaggi e dai pedinamenti di un uomo che si è incaghito di lei. L’esponente del partito di Berlusconi ha prima tentato di resistere alla violenza subita, poi ha deciso di uscire allo scoperto e denunciare lo stalker. La sua vicenda viene raccontata oggi dal Giornale in un articolo a firma di Francesco Cramer.

«Non ce l’ho fatta più. All’inizio gli ho detto di smetterla ma non c’è stato verso: chiamate, sms continui e a qualsiasi ora. S’è pure presentato a casa mia». L’europarlamentare è esasperata, si confida con amici e genitori. Le consigliano tutti di denunciare. Lo fa lo scorso gennaio ma la giustizia, anche se davanti ha un volto noto, spesso viaggia alla velocità di una lumaca. L’ordinanza con cui il tribunale di Busto Arsizio intima allo stalker di non avvicinare l’europarlamentare arriva soltanto martedì. Lara Comi è decisamente sollevata anche se ammette che la vicenda è tutt’altro che chiusa. «No, non è sparito, ahimè. Continua a scrivermi anche se ho bloccato il suo numero».

LARA COMI VITTIMA DI STALKING: «VIVO UN INCUBO»

Lo stalker di Lara Comi è stato anche ascoltato dalla Procura. In un primo momento ha anche promesso di mettere fine ai suoi pedinamenti e telefonate. Ma poi ha ripreso. Ora rischia l’arresto. Spiega l’europarlamentare:

«Mi ha detto che è pure disposto al carcere per me. Un inferno. Sono esasperata e confesso che ho paura. Paura perché mi verrebbe da reagire in maniera violenta; ma anche perché non si può mai sapere come possa comportarsi lo stalker denunciato».

(Foto da archivio Ansa)