Macron gay
|

ll leader populista e sacerdote che definisce Macron un piccolo gay carino

Emmanuel Macron è stato attaccato come un giovane gay da un importante esponente del Partito popolare danese, durante una trasmissione TV andata in onda nel Paese scandinavo che discuteva di elezioni presidenziali francesi. Søren Krarup ha spiegato che, pur non apprezzandola, avrebbe votato Marine Le Pen piuttosto che dare la sua preferenza, cosa che non avrebbe mai fatto, a Macron, un piccolo gay carino. La definizione, molto provocatoria e offensiva, oltre che falsa considerando che Emmanuel Macron è un uomo sposato con una donna, ha provocato l’interruzione del conduttore. In merito alla richiesta di chiarimento su quanto affermato Krarup ha spiegato di aver utilizzato un’espressione sbagliata, ma di aver parlato in quel modo per lo stile aggressivo del presentatore TV. Il leader populista ha ribadito, come già fatto in passato, di non aver simpatia per l’omosessualità. Søren Krarup è uno dei politici e intellettuali più noti della Danimarca. Di formazione un religioso protestante, Krarup è diventato famoso grazie a libri in cui attaccava i diritti civili e difendeva il tradizionalismo cristiano. Il suo impegno civile ed editoriale è diventato poi attiva militanza politica. Dal 2001 al 20011 Krarup è diventato uno dei più noti parlamentari del Partito popolare danese, una formazione conservatrice esplosa elettoralmente grazie alle sue proposte contrarie all’immigrazione e all’accoglienza dei rifugiati. Søren Krarup ne è considerato il leader intellettuale, un ideologo anche se il pastore non ha mai amato questa definizione.