Centro Diagnostico Italiano
|

Giro d’Italia 2017, il Centro Diagnostico italiano sulle strade della Corsa Rosa

La sfida che si sposta dalla strada alla prevenzione. Il Centro Diagnostico Italiano, in occasione dell’edizione numero 100 del Giro d’Italia, seguirà la corsa con un camper e darà la possibilità a tutti gli spettatori che accorreranno sulle strade attraversate dalla carovana rosa di eseguire gratuitamente il test per diagnosticare l’epatite C, per lo screening del diabete e per la coagulazione del sangue.

LEGGI ANCHE: «Giro d’Italia 2017: date, orari, programma tv, classifiche e percorsi delle 21 tappe»

L’INIZIATIVA DEL CENTRO DIAGNOSTICO ITALIANO AL GIRO D’ITALIA 2017

Dal 5 al 28 maggio, insomma, ci sarà la possibilità per tutti gli appassionati di sport di unire l’utile al dilettevole, nelle tappe più importanti della storica edizione della competizione ciclistica organizzata dalla Gazzetta dello Sport. La partnership con la corsa (il Centro Diagnostico Italiano è fornitore ufficiale del Giro d’Italia) ha l’obiettivo di comunicare l’importanza della prevenzione e, soprattutto, di continuare la campagna contro il diffondersi dell’epatite C. Quest’ultimo aspetto, in modo particolare, verrà sottolineato anche dalla collaborazione con una serie di associazioni, raggruppate nella rete Senza la C, che si concretizzerà con la diffusione di materiale informativo in occasione delle tappe del Giro d’Italia.

«Siamo davvero orgogliosi di prendere parte a questa storica manifestazione – ha detto Fulvio Ferrara, direttore del Servizio integrato di medicina di laboratorio e anatomia patologica del Centro Diagnostico Italiano -. Con la carovana del Giro d’Italia attraverseremo piccoli e grandi centri e avremo l’opportunità di parlare di prevenzione e diagnosi precoce a una popolazione di oltre 2,5 milioni di abitanti». 

LA LOTTA DEL CENTRO DIAGNOSTICO ITALIANO CONTRO L’EPATITE C

Secondo i dati di uno studio condotto dall’Associazione EpaC e pubblicato sulla rivista European Review for Medical and Pharmacological Sciences, i pazienti portatori cronici del virus dell’epatite C sono almeno 300mila. Il Centro Diagnostico Italiano, nella sua personalissima volata contro questa malattia, proverà a farsi promotore di una coscienza critica su questo tema sul colorato e spensierato sfondo che accompagna, ogni anno a ogni tappa, il Giro d’Italia.  

(FOTO: ufficio stampa CDI)