Antonio Razzi va in Corea del Nord: «Pronto a fare lo scudo umano» | VIDEO

razzi corea del nord

Il senatore a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1: «A Trump, in abruzzese, direi 'Donald, stai calmo, non fare niente perché ci sono io'»

Va bene intensificare le relazioni con Pyongyang, ma lei sarebbe disposto a fare lo scudo umano, pur di portare la pace? «Sicuramente sì, per il bene del mondo sono pronto a sacrificarmi». Il senatore Antonio Razzi ci mette la faccia sulla crisi del 38esimo Parallelo, almeno stando a quando dice a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1. «A Trump, in abruzzese, direi ‘Donald, stai calmo, non fare niente perché ci sono io».

guarda il video:

LEGGI ANCHE > La bufala su Trump che ha accusato Putin di sostenere il «diavolo» Assad

ANTONIO RAZZI: «A TRUMP, IN ABRUZZESE, DIREI “DONALD STAI CALMO”»

Il senatore andrà in Corea stavolta con il senatore Bartolomeo Pepe e due imprenditori. «Sto andando in Corea del Nord per calmare le acque e tranquillizzare tutto il mondo», afferma Razzi. «Io – riprende – non ho assolutamente paura di andare lì, è un paese tranquillo, dove si può andare tranquillamente a passeggiare, dove nessuno ti ruba mai nulla». Quanto al Presidente Usa Trump «lui aveva promesso che avrebbe dialogato con la Corea. A differenza di quanto pensa, i coreani hanno sempre detto che non attaccheranno nessuno se non vengono attaccati. Perciò spero che Trump non li attacchi». Razzi va in Corea dopo aver ricevuto un invito formale: «Perché sabato 15 aprile c’è la Festa del Sole, per i 105 anni di Kim Il Sung, il nonno di Kim Jong-un».

(foto copertina ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Tag: , ,