uber
|

A Pasqua chiude Uber. In Italia

A Pasqua chiude Uber. Alla mezzanotte di domenica 16 aprile, allo scoccare della festività, la più nota e diffusa app del trasporto automobilistico privato non opererà più in Italia. Avrà inizio il blocco totale deciso venerdì scorso dal Tribunale di Roma accogliendo un ricorso delle associazioni di categoria dei tassisti.

 

LEGGI ANCHE > Consip, s’indaga anche su altri depistaggi del capitano dei carabinieri

 

A PASQUA CHIUDE UBER

Uber è accusata di consentire ad autisti professionisti (alle auto Ncc, noleggio con conducente) di fare concorrenza sleale ai taxi. Si legge sul Corriere della Sera:

Fine delle corse, dunque, per UberBlack, l’unico prodotto di trasporto del colosso californiano che era sopravvissuto in Italia dopo l’analogo blocco del 2015 di UberPop, la versione per i privati intenzionati a utilizzare la loro vettura per guadagnare dal trasporto degli utenti. E fine delle corse per più di mille persone che dal 2013, anno dello sbarco nel nostro Paese dell’azienda valutata più di 60 miliardi di dollari, hanno raccolto le chiamate dei clienti e ottenuto i pagamenti (in forma digitale) tramite la piattaforma.

È la seconda volta nel giro di poche settimane che Uber chiude una filiale in Europa. La prima in Danimarca, per un intervento legislativo, e la seconda in Italia, per una sentenza di un tribunale.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Britta Pedersen / dpa)

TAG: Uber