Janira D'Amato
|

Pietra Ligure, la ragazza di 21 anni uccisa dall’ex di 20 anni

Janira D’Amato è morta a soli 21 anni per colpa di una relazione finita male. La giovane ragazza di Pietra Ligure è stata uccisa da Alessio Alamia Burastero, il suo ex fidanzato. I due avevano rotto da poco, perché Janira D’Amato aveva deciso di frequentare l’accademia di Costa Crociera ad Arenzano.Il trasferimento non era stato accettato dal ragazzo, che aveva chiesto alla sua fidanzata di ripensarci. Le liti nati da questo episodio avevano portato alla rottura della giovane coppia. Ieri sera si è verificata la tragedia. Janira D’Amato è andata a casa di Alessio Burastero, per riprendere alcune cose personali che erano ancora nella casa dell’ex, da cui si era separata da poco. Tra i due è scoppiata una nuova lite, e Alessio Burastero ha colpito più volte la sua ex fidanzata con un coltello da cucina. Un’aggressione letale. Burastero si è lavato e si è cambiato, e poi è andato da un parente a cui ha raccontato l’episodio. La nonna, a quanto risulta dagli organismi i informazione, avrebbe convinto il giovane a confessare il delitto appena commesso, e costituirsi. Alessio Burastero ha chiamato i carabinieri che l’hanno immediatamente arrestato per l’omicidio commesso, e trasferito in carcere a Savona. Janira D’Amato era un ex studentessa dell’alberghiero Migliorini di Finale Ligure, ed era molto conosciuta a Pietra Ligure. Sul suo profilo Facebook, dove si notano diversi messaggi dedicati ai suoi sentimento dopo rottura, sono numerosi i commenti che la salutano con commozione e dolore.

Janira D'Amato

Si possono leggere anche altri commenti che invocano la pena di morte contro Alessio Burastero, e insulti contro il giovane assassino.