oroscopo maggio acquario
|

L’Oroscopo di Simon & the Stars: Acquario aprile 2017

In aprile l’Acquario sarò diviso il desiderio di fare cose e la paura di fare scelte sbagliate.

ACQUARIO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2017

ACQUARIO dorato

OROSCOPO MENSILE
Aprile 2017

ACQUARIO

Non so per voi, ma per me marzo è stato un mese di scelte importanti, di confusione e soprattutto di grande indecisione. “Fare o non fare”, “Essere o avere”, “Dove andare?”, “Partire o restare?”. Ne parlo chiaramente in termini simbolici ed enfatizzando i toni, però da un lato il cielo di marzo ha risvegliato il desiderio di fare cose nuove e di alzare la testa oltre la cortina della routine di sempre, ma dall’altro ha alimentato la paura di fare scelte sbagliate. Come si studiava in fisica: il risultato di due “vettori” con opposta direzione è la stasi. Perché è vero che “finché non scegli, tutto resta possibile”, ma è anche vero che se non scegli, tutto resta sospeso (in “potenza”) senza peraltro diventare mai “atto”. Ed è anche vero che, bloccati dall’indecisione, rischiamo di perdere tempo e di lasciarci sfuggire delle occasioni preziose.

Il Sole di aprile, fortunatamente, ci “riattiva” con l’energia delle partenze e dei nuovi progetti. Fino al 21 aprile, infatti, il Sole ci sostiene con un bellissimo sestile dalla Terza casa in Ariete, l’area dell’oroscopo che rappresenta le idee, il dialogo e la comunicazione, ma anche i contatti, le proposte e le trattative. Questo significa che dopo il limbo di marzo, le cose tornano in movimento, il telefono riprende a squillare (e fortunatamente non per rotture di scatole!), e nuove proposte risvegliano la voglia di rimetterci in gioco. Questo significa che si potrebbero moltiplicare le “opzioni” a disposizione, ma di conseguenza anche le decisioni e le scelte da affrontare, ed è importante non bloccarsi.

Anche perché, nella prima parte del mese, Marte e Mercurio in quadratura dal Toro potrebbero alimentare ancora incertezze ed esitazioni, soprattutto per chi è alle prese con il bivio di una scelta importante. Questo stato di “lentezza” interiore si riflette anche nella vita esteriore, con trattative che vanno a rilento tra continui tira e molla soprattutto nelle condizioni economiche, con progetti che procedono a singhiozzo, tra accelerazioni e frenate. La cosa più importante, in questo periodo, è non prendere decisioni affrettate o dettate dall’irritazione. Non dare (e non darsi) degli ultimatum perentori tipo: “se non mi arriva una risposta entro tre giorni, mi chiamo fuori!”. Sia perché non ne vale la pena, sia perché il cielo d’aprile è imprevedibile, ricco di colpi di scena e di soluzioni non preventivate, di nuovi contatti che aprono porte precedentemente chiuse, di notizie o rilanci che possono rimettere positivamente in gioco una trattativa che sembrava ormai bloccata. Tutto il mese di aprile è pervaso da questo senso di “sorpresa”, che raggiunge il culmine intorno al 14, quando il Sole incontra Urano nella nostra Terza casa della comunicazione, con un possibile capovolgimento di scenario che sblocca inaspettatamente una situazione ingarbugliata. Per alcuni, questo “pesce d’aprile” potrebbe riguardare anche la vittoria insperata di una causa con un vecchio datore di lavoro, accompagnata da un’entrata economica inattesa.

Chi è indeciso tra due strade, potrebbe trovare l’uovo di Colombo di una mediazione e riuscire a tenere il piede in due staffe, e scegliere entrambe le cose. Attenzione però: questo è un vecchio schema che non “premia” in un anno che, al contrario, richiede di concentrare le energie su un unico, importante obiettivo. Per carità, sappiamo fare indicibili equilibrismi per salvare capra e cavoli, ma così facendo rischiamo di non far crescere né l’uno né l’altra. E, soprattutto, finiamo per caricarci di troppi impegni, disperdere energie in mille cose ed essere in perenne stato di affanno. Quest’anno ci dona la preziosa opportunità di essere davvero ciò che vogliamo, dopo anni trascorsi a porre faticosamente le basi per un cambiamento. Ma è anche un anno che ci sfida a comprendere chi vogliamo essere e a scegliere senza indugi.

Lo stesso desiderio/bisogno di comprendere ciò che è meglio per sé, e scegliere di conseguenza, pervade anche il cielo dell’amore. Marzo è stato un mese difficile per molte coppie che hanno lentamente perso il baricentro, e alcune tensioni riecheggiano ancora nella prima metà di aprile. Per chi proprio non riesce a colmare una distanza, arriva il momento di confronto decisivo, e qualcuno potrebbe pensare di prendere strade separate. Questo è un anno di rinascita, che spinge molti a rimettersi in gioco e lanciare il cuore tra le stelle. Anche qui, proprio come per le scelte lavorative, c’è il dilemma tra “stare” nelle abitudini di sempre e “tentare” nuove strade, con tutti i “rischi” del caso ma anche con tutto il potere rigenerante di un nuovo inizio. Anche qui, la “domanda” contiene in sé la risposta: chi è pienamente appagato dalla propria vita di sempre, non sente neanche l’eco lontana di una chiamata al nuovo. Se senti dentro di te una voce che inneggia al cambiamento, significa che è ciò di cui hai bisogno.

Lo stesso desiderio di rinnovamento tocca anche per relazioni nelle quali l’amore, senza volerlo, si è trasformato in una tenera amicizia. Occorre domandarsi cosa ha fatto perdere intensità a una relazione, e soprattutto se esiste ancora un modo per riaccendere la passione. Le coppie che si amano proseguono la loro corsa verso un progetto importante da realizzare entro l’estate: si parla di matrimoni, convivenze, ma anche di figli in arrivo. Forse non tutto è stato già definito, su alcuni dettagli potrebbe non esserci ancora un accordo, ma la direzione è quella giusta. Cuori solitari in standby, sospesi tra pigrizia e indecisione: molto meglio la parte finale del mese.

Insomma, molti nati del nostro segno negli ultimi anni si sono moltiplicati nelle mille rifrazioni di se stessi, sospesi “tra due mari”, tra due attività, due lavori, due città, due amori, tra la riva, sospesi tra la riva sempre più sbiadita di un passato dal quale si stavano (almeno psicologicamente) allontanando, e la riva opposta di un futuro verso il quale stavano navigando ma che non si poteva dire ancora «raggiunto». Quest’anno ci consente di unificare queste mille rifrazioni e di ricomporle in una nuova immagine. Arriva il momento di attraccare sulla “riva del nuovo” lasciandosi alle spalle tutte le cose nelle quali non crediamo più. Arriva il momento di scegliere.

Segui l’oroscopo del tuo segno su Simon & the Stars.