moglie uccisa martellate
|

Omicidio-suicidio a Torino: uccide la moglie a martellate, poi si impicca in cantina

Omicidio e suicidio nella notte in un condominio alla periferia di Torino, precisamente al civico 376 di corso Orbassano, nei pressi dello stabilimento Fiat. Un uomo di 69 anni ha ucciso a martellate la moglie, 72enne, e poi si è impiccato in cantina. Sul posto sta intervenendo la polizia (gli agenti della Squadra Mobile). A dare l’allarme il figlio della coppia, che ha chiamato il 113 poco prima delle 7. A lui il padre prima di compiere il gesto estremo avrebbe inviato alcuni sms.

 

LEGGI ANCHE: Morta dopo aborto, il racconto del marito: «Il medico disse ‘Sono obiettore di coscienza’»

 

OMICIDIO-SUICIDIO PER MOTIVI ECONOMICI

Dai primi elementi raccolti dagli investigatori della squadra mobile, alla base del dramma familiare ci sarebbero problemi finanziari legati a debiti contratti. L’uomo avrebbe, infatti, lasciato un biglietto per spiegare le ragioni del tragico gesto. Sarebbe stato proprio il biglietto lasciato dal marito a permettere ai poliziotti di ritrovare il corpo senza vita della donna. Secondo le prime informazioni, il marito non avrebbe retto il peso dei debiti, dei quali per altro la moglie era all’oscuro, e avrebbe deciso nella notte di farla finita. La coppia aveva due figli.

(Foto generica da archivio Ansa)