Praga, arrestato dall’Fbi hacker russo accusato di colpire obiettivi Usa | VIDEO

hacker russo

Il giovane è stato fermato in un hotel nella capitale della Repubblica Ceca. Sale la tensione tra Cremlino e Washington

Con l’aiuto delle autorità locali della Repubblica Ceca l’FBI ha arrestato un hacker russo responsabile di alcune violazioni negli Stati Uniti. Il nome del fermato non è stato rilasciato ma secondo quanto riporta Abc si tratterebbe di uno degli hacker coinvolti nell’attacco a LinkedIn.

guarda il video:

(fonte Mashable)

L’attacco informatico fu fatto nel 2012 ma venne raccontato da Motherboard solo a maggio. Milioni di emails e password di utenti LinkedIn furono date in pasto al deep web. Secondo quanto ha dichiarato il portavoce della polizia ceca Jozef Bocan il giovane è stato arrestato in un hotel di Praga. L’Associated Press lo ha identificato come “Yevgeniy N.”. Il giovane, in seguito all’arresto, ha avuto un malore ed è stato ricoverato.

SEGUI LO SPECIALE SULLE ELEZIONI USA 2016

HACKER ARRESTATO IN REPUBBLICA CECA: TENSIONE TRA RUSSIA E USA

Ora c’è da discutere l’eventuale estradizione del russo negli Stati Uniti d’America. Il ministro della giustizia ceco Robert Pelikan avrà la parola finale. La situazione è tesa. Qualche giorno fa Vladimir Putin avrebbe risposto alle indiscrezioni che vedono gli Usa pronti a una cyber guerra contro la Russia. “Minacciando la Russia di scatenare un attacco hacker, gli Stati Uniti ammettono per la prima volta di essere coinvolti in queste attività“, avrebbe detto il leader russo ai media Tass e Interfax. Putin si è alterato dopo le rivelazioni della Nbc secondo cui la Cia sarebbe pronta a dei cyber attacchi nei confronti del suo paese in risposta alle interferenze del Cremlino nelle elezioni presidenziali americane.

Tag: , ,