Roma uomo aggredito metro b bologna sigarette fumare
|

Follia e violenza a Roma: due giovani picchiano selvaggiamente un 37enne. E’ in coma

E’ in coma con una emorragia celebrale. Lo hanno picchiato in due, alla fermata della Metro di B di piazza Bologna a Roma. La sua colpa: aver ricordato a due ragazzi, di 24 e 25 anni, di non fumare sotto la metro. Lo hanno aggredito con calci e pugni, procurandogli un frattura alla scatola cranica. Ora l’uomo è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Umberto I, in coma.

Ecco cosa è accaduto nel racconto di Repubblica Roma

Gli aggressori, due ragazzi di 25 e 24 anni, con vari precedenti penali, stavano fumando in aree in cui non è consentito. L’uomo poi aggredito ha chiesto loro di spegnere le sigarette. E così ha fatto anche un’altra persona, ugualmente picchiata. I due hanno rifiutato: ne è nato un diverbio, poi degenerato. I due ventenni sono saltati addosso ai due uomini colpendoli con pugni e calci. Il 37enne ha avuto la peggio: è stato soccorso da un’ambulanza del 118 con la frattura della scatola cranica ed emorragia cerebrale. È ricoverato in prognosi riservata. L’altra persona coinvolta nel pestaggio ha riportato solo qualche contusione.

I due aggressori sono stati arrestati