Elezioni Russia 2016 risultati
|

In Russia il partito di Putin vince come previsto, trionfa l’apatia verso il Cremlino

Elezioni Russia 2016

Russia Unita ottiene come previsto una larga maggioranza alla Duma. Al 90% dello scrutinio il partito di Putin è salito al 54%, 5 punti sopra la deludente percentuale del 2011. In flessione marcata l’affluenza, in elezioni non realmente competitive, visto che anche le forze di opposizioni sostengono in realtà il Cremlino.

Ore 21.40: Vladimir Putin ha definito molto buono il risultato del suo partito, Russia Unita, sottolineando come il voto abbia rappresentato il desiderio di stabilità dei cittadini in un tempo difficile per il Paese. Il presidente ha ammesso il calo marcato dell’affluenza, un dato che comunque non sminuisce la buona percentuale conquistata da Russia Unita.

Ore 21.00:  Secondo le stime preliminari della Commissione elettorale centrale, Russia Unita nelle elezioni ha ottenuto 44,15 per cento dei voti, il Partito Liberaldemocratico il 18,39, il Partito Comunista lo 17,24. Russia Giusta si posizione per il momento quarto, guadagnando il 6,24 per cento dei voti.  Questi sarebbero i partiti rappresentati alla Duma. L’affluenza si assesterebbe intorno al 40% a 2 ore dalla chiusura dei seggi. Lo scrutinio, vista la lentezza osservata finora, andrà avanti per molte ore.

Ore 20.35: Ecco i primi dati forniti dalle TV russe che confermano il largo vantaggio di Russia Unita

Elezioni Russia 2016 risultati

Ore 20.15: Russia Unita è al 44%, in calo di diversi punti rispetto alle elezioni 2011, secondo le prime indicazioni fornite dalle autorità di Mosca competenti per le elezioni. Nella parte orientale della Federazione i seggi sono chiusi da ormai diverse ore. Russia Today però definisce exit poll queste informazioni. La destra avrebbe superato i comunisti come secondo partito alla Duma.

Ore 20.10: Primi indicazioni sul voto della Duma, conclusosi ormai da diverso tempo. Russia Today comunica che secondo le prime indagini condotte da Vtsiom Russia Unita sarebbe in testa, e avrebbe conquistato la maggioranza alla Duma. Notizia in realtà scontata, visto che il partito di Putin è di fatto senza opposizione. Il dato interessante sarebbe capire la percentuale ottenuta.

elezioni-russia-2016-duma-RT

Ore 17.45: Le elezioni per la Duma si svolgono in un momento di forte tensione internazionale. La Russia soffre delle sanzioni economiche imposte dai Paesi occidentali a causa del suo scontro con l’Ucraina. Anche in Crimea si voterà per la Duma, e per questo motivo Kiev ha chiesto alla comunità internazionale di non riconoscerne i risultati.

Ore 17.30: Tra poco chiuderanno definitivamente i seggi in Russia, dopo una votazione durata ben 22 ore alla luce dell’enorme dimensione del Paese. A Mosca si segnala un’affluenza piuttosto bassa, poco sopra al 30% alle ore 14. Percentuali di partecipazione oscillano molto tra i diversi Stati della federazione.

LEGGI ANCHE

Hillary Clinton accusa Putin di spionaggio: nuovo episodio di un’ostilità antica

Prima del voto Vladimir Putin ha definito un agente straniero il più prestigioso istituto russo, Levada-Center, per aver più volte diffuso dati negativi sulla popolarità del presidente e del suo partito, Russia Unita. Il sistema elettorale misto, con metà dei parlamentari della Duma eletti in collegi uninominali e l’altra metà in liste bloccate, e l’assenza di una vera opposizione rende quasi impossibile il mancato raggiungimento della maggioranza per il partito di Putin e Medvedev.