|

Roma, il Principe della Corona degli Emirati Arabi incontra il Papa e Renzi

Lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Principe ereditario di Abu Dhabi e Vice Comandante Supremo delle Forze Armate degli Emirati Arabi Uniti (EAU), è arrivato oggi a Roma per una visita ufficiale in Vaticano che lo porterà, nella giornata di domani giovedì 15 settembre, ad un incontro con Papa Francesco.

Sheikh Mohamed e Papa Francesco discuteranno dei rapporti bilaterali tra gli Emirati Arabi Uniti e la Santa Sede e di come svilupparli ulteriormente, unitamente al rinnovo della cooperazione congiunta nella promozione dei valori di tolleranza, dialogo e coesistenza. Valori che sono alla base di tutte le religioni nello sforzo per il raggiungimento della sicurezza, della pace e della stabilità nella regione e nel mondo.

Il Principe ereditario di Abu Dhabi incontrerà inoltre il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato dello Stato Città del Vaticano, oltre ad altri funzionari pontifici.

 

LEGGI ANCHE: Matteo Renzi: «Referendum, se vince il Sì fondo di 500 milioni per la povertà»

 

Lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan avrà anche un incontro di lavoro con il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per discutere le prospettive di sviluppo dell’amicizia e della cooperazione tra i due Paesi, ed alcuni temi di comune interesse.

Lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan è accompagnato in questa Visita di Stato da una delegazione di alto profilo che include il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale degli Emirati Arabi Uniti, Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Reem Bint Ibrahim Al Hashemi, Ministro della Cooperazione Internazionale, Ali bin Hammad Al Shamsi, Vice Segretario Generale del Consiglio di Sicurezza, Khaldoon Khalifa Al Mubarak, Presidente dell’Abu Dhabi Executive Affairs Authority, Mohammed Mubarak Al Mazrouei, Sottosegretario alla Corte del Principe della Corona di Abu Dhabi Crown Prince, ed Hessa Al Otaiba, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti presso la Spagna e la Santa Sede.

(Foto da archivio Ansa. Credit: EPA / HARISH TYAGI)