tiziana cantone
|

Tiziana Cantone si è uccisa

Tiziana Cantone si è uccisa. Si è impiccata con un foulard nella casa di Mugnano in cui viveva con la mamma. Si chiude così nel modo più drammatico e orrendo una vicenda che per mesi aveva riempito le cronache. Sul web furono diffusi alcuni video che immortalavano la ragazza in un compagnia di un uomo. Immagini intime, diffuse a sua insaputa e che avevano fatto il giro dei social. La notizia è riportata dal Corriere della Sera:

Non più tardi di qualche giorno fa il suo nome è tornato agli onori della cronaca, stavolta per una sentenza che avrebbe potuto garantirle, finalmente, il diritto all’oblio. L’avvocato della ragazza Roberta Foglia Manzillo aveva infatti citato in giudizio Facebook Ireland, Yahoo Italia, Google e Youtube e le persone coinvolte nella diffusione dei video, ottenendo un provvedimento d’urgenza atto a rimuovere dal web qualsiasi pagina che facesse riferimento a Tiziana e a quelle immagini. Frame che avevano attirato su di lei non solo la curiosità pruriginosa dei suoi compaesani — era originaria di Casalnuovo di Napoli — ma anche una buona dose di offese e insulti.

LEGGI ANCHE > Tiziana Cantone, parla la zia: «Se avete un cuore lasciateci in pace»

Tiziana Cantone e il processo per il suo diritto all’oblio

Secondo il giudice Monica Marrazzo, quei video sarebbero dovuti sparire subito. La ragazza però non è riuscita a superare la vergogna, gli insulti, le critiche. Tiziana aveva lasciato Napoli, rifugiandosi in Toscana. Aveva già provato una volta – secondo quanto riporta il Corriere – a farla finita. Nel dramma la ragazza era riuscita ad avere l’ok per l’avvio dell’iter per il cambio del nome. Una soluzione che purtroppo non l’ha salvata. Tiziana ha deciso di farla finita nell’appartamento di Mugnano, in provincia di Napoli. La stessa casa in cui, con la mamma, stava provando a rifarsi una vita.