canone rai
|

Canone Rai: cosa fare quando si ha la seconda casa

Canone Rai cosa succede se hai la seconda casa? Si paga due volte? No. Agenzia delle Entrate, Rai e società elettriche lo hanno specificato: il canone è dovuto una sola volta per tutti gli apparecchi detenuti nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

Canone Rai, ecco chi non deve pagarlo

CANONE RAI: DOPPIA INTESTAZIONE, COSA SUCCEDE

Come ci si deve comportare in caso di doppia intestazione? Se per esempio a pagare l’abbonamento è la moglie e l’utenza elettrica è intestata al marito che succede? Se marito e moglie fanno parte della stessa famiglia anagrafica, il canone si paga una sola volta. Sarà addebitato sulla bolletta intestata al marito. L’Agenzia delle Entrate penserà alla voltura del canone di abbonamento verso il marito. Non servono dichiarazioni sostitutive da parte dei coniugi. Lo stesso vale anche se il coniuge ha intestate più utenze elettriche in diverse abitazioni. Sarà addebitato, in teoria, un unico canone.

Entro quando (e come) chiedere di non pagare il canone Rai

CANONE RAI: SECONDA CASA DOPPIA, DUE UTENZE PER LUI E LEI

E se una coppia ha due case, ciascuna intestata a un partner? Se l’utenza è una intestata al marito e l’altra alla moglie per pagare un solo canone tv, uno dei due coniugi dovrebbe presentare un’autocertificazione, compilando il quadro B del modello standard scaricabile dai siti di Agenzia e Rai. Per il 2016 si è già fuori tempo massimo per la presentazione dei documenti. Chi non ha provveduto entro le scadenze sborserà per tutto l’anno l’intero importo. Si possono presentare già da ora le dichiarazioni per avere l’esenzione per il 2017.

(in copertina foto ANSA)

 

 

TAG: canone Rai