Giovanni Pellielo
|

Rio 2016, Tiro al volo: Giovanni Pellielo punta l’oro nella fossa olimpica

GIOVANNI PELLIELO

Ancora un’occasione, al settimo tentativo, per stupire. Cancellare la delusione di Londra 2012, quando fallì la finale per un solo piattello. E conquistare quella medaglia d’oro olimpica nel tiro al volo, nella specialità della fossa olimpica, che resta l’unico titolo assente in una carriera unica. Giovanni Johnny Pellielo ha un conto aperto con le Olimpiadi. A Rio sarà l’atleta più anziano della spedizione azzurra, ma le motivazioni possono contare di più, in uno sport senza età.

 

GIOVANNI PELLIELO, AI GIOCHI UNA STORIA SENZA FINE

La storia di Giovanni Pellielo ai Giochi inizia già nell’edizione spagnola di Barcellona ’92, quando finì a ridosso della finale. Mancò la finale anche ad Atlanta, quattro anni dopo. Poi tre medaglie: bronzo a Sidney, argento ad Atene e a Pechino. Lo aveva promesso, Londra non sarà l’ultimo atto. Così è stato. E ora, forse nella peggior stagione individuale, Pellielo ha voglia di continuare a vincere. Servirà recuperare la forma di appena un anno fa. Perché se il 2015 del tiratore è stato perfetto o quasi, grazie al successo agli Europei e l’argento ai Mondiali, sconfitto soltanto dall’oro olimpico uscente, il croato Giovanni Cernogoraz, l’atleta delle Fiamme Azzurre ha invece fatto fatica nella stagione in corso.

Su 375 piattelli totali ne ha mancati 34, tra Coppa del Mondo ed Europei. Calate le percentuali, sono mancati anche i piazzamenti: soltanto 50° in World Cup, nello stadio ancora in costruzione di Rio de Janeiro, 28° a Baku. Ma le Olimpiadi saranno un’altra storia, ne è convinto Pellielo.

GIOVANNI PELLIELO VUOLE L’ORO A RIO 2016 NELLA FOSSA OLIMPICA

Almeno a parole, Pellielo non sente la pressione. Né l’attesa di quella che potrebbe essere l’ultima occasione per la vittoria olimpica:

«Spero di riempire quella nicchia ancora vuota a casa. Vivo questa attesa senza ansia. Sarà la mia settima partecipazione ai giochi a cinque cerchi. Ora o mai più: sto anche diventando vecchio. Ho 46 anni. Non ho tensione per l’aspettativa che tutti hanno su di me. Hanno iniziato a dire che dovevo vincere l’oro dopo Atene 2004, quando ottenni il mio primo argento dopo il bronzo di Sydney quattro anni prima. Spero comunque che sia la volta buona. Sarebbe una grande soddisfazione», ha spiegato alla Stampa.

Il suo palmares, al di là di quale sarà il verdetto della gara di fossa olimpica, resta eccezionale: oltre alle tre medaglie olimpiche, è stato quattro volte campione del Mondo. In totale, tra prove individuali e a squadre,  dieci sono stati i titoli iridati e dodici quelli europei per Johnny Pellielo.

GIOVANNI PELLIELO E LE GARE DI TIRO AL VOLO NELLA FOSSA OLIMPICA A RIO 2016: LE DATE DELL’INDIVIDUALE MASCHILE

Le qualificazioni per la gara di fossa olimpica maschile, nella quale sarà impegnato Giovanni Pellielo, sono iniziate domenica 7 agosto alle 14.30 (ora italiana). Alle ore 20 di lunedì 8 agosto è invece prevista la semifinale. Subito dopo le finali della disciplina, quella per l’oro e quella per il bronzo.