|

Hillary Clinton: Bernie Sanders la candida alla nomination, Bill Clinton la celebra

Hillary Clinton è la candidata presidente dei Democratici alle elezioni di Usa 2016. Dopo la vittoria nelle primarie la convention di Filadelfia ha ufficializzato la nomination dell’ex segretario di Stato. La candidatura alla Casa Bianca è avvenuta per acclamazione, su proposta di Bernie Sanders, che ha interrotto il conteggio dei delegati per evidenziare la ritrovata unità dei Democratici.

HILLARY CLINTON OTTIENE LA NOMINATION UFFICIALE ALLA CONVENTION

La seconda giornata della convention di Filadelfia ha ufficializzato la nomination di Hillary Clinton a candidata presidente degli Stati Uniti. L’esito era scontato dopo la vittoria alle primarie presidenziali, ma il modo in cui è arrivata ha avuto un evidente significato simbolico. Il conteggio dei delegati, che avviene stato per stato, si è interrotto durante le dichiarazione di voto del Vermont. Il senatore Bernie Sanders ha preso la parola, e ha chiesto alla presidente della convention di nominare Hillary Clinton con la sospensione della procedura congressuale. Un gesto che evidenzia il tentativo dei Democratici di ritrovare unità dopo la lunga stagione delle primarie. Diversi sostenitori di Sanders hanno però preferito uscire dalla convention, per protestare contro un processo secondo loro sabotato dai vertici del partito, schierati con Clinton.

L’ELOGIO DI BILL CLINTON

Per la prima volta nella storia una donna è candidata alla presidenza degli Stati Uniti da uno dei partiti che ha espresso il capo dello Stato e del Governo americano. Una svolta storica, per quanto attesa, che segue la prima presidenza di un afro-americano. Il carattere storico della nomination di Hillary Clinton è stata rimarcata da suo marito Bill, che ha svolto il discorso più lungo della convention.

L’ex presidente, primo potenziale first husband, ha elogiato le qualità umane di sua moglie, che si riflettono in un impegno politico pluridecennale. L’intervento di Bill Clinton è stato ricco di dettagli, personali e politici, che si sono prolungati per quasi un’ora. In precedenza sono intervenute diverse star, come Meryl Streep o Eva Longoria.