lesbo moira
|

Lesbo: rifugiati in rivolta nel campo di Moira. Incendi e tensioni con la polizia

Rivolta nel campo di Moira, sull’isola greca di Lesbo, dove i migranti aspettano di sapere se verranno respinti in Turchia. Nel campo che fu visitato qualche giorno fa da Papa Francesco tensioni tra polizia e gli ospiti del centro. I disordini, secondo quanto riferisce la polizia, sono cominciati nella zona che ospita i minorenni non accompagnati. Alcuni giovani hanno aperto un buco nella recinzione che li separava dalle altre sezioni.

Papa Francesco a Lesbo: «Non siete soli». E ritorna con 12 migranti

guarda la gallery:

MOIRA: INCENDI NEL CAMPO A LESBO

La polizia non ha confermato notizie di feriti ma sui social network sono comparse foto che mostrano diverse persone trasportate su coperte. Altre immagini mostrano dei principi di incendio nel campo. Secondo quanto diffuso sui social gli agenti hanno lanciato gas lacrimogeni ma la notizia non torva conferma sui canali ufficiali. Moira ospita circa 3.000 rifugiati. Proprio oggi il campo è stato visitato dal ministro greco per l’Immigrazione Yanis Muzalas, accolto dai rifugiati con lanci di bottiglie d’acqua. Secondo le autorità non è stata la visita del ministro a causare le tensioni.

LESBO: RIVOLTA A MOIRA MENTRE RANIA DI GIORDANIA VISITA KARA TEPE

Nel mentre la regina Rania di Giordania ha visitato oggi un accampamento di rifugiati a Kara Tepe, che ospita siriani, iracheni e palestinesi. «Ascoltando le storie dei rifugiati è difficile decidere qual’è la più straziante, perché ognuna di esse è una tragedia”, ha scritto su twitter dopo la visita. «Le responsabilità non possono essere definite dalla geografia. Sono più grandi di qualsiasi Paese o della capacità di una regione di farvi fronte». La Giordania accoglie 640 mila rifugiati siriani, l’85% vive all’esterno dei campi profughi allestiti. Domani da Lesbo 35 persone faranno ritorno in Turchia in base all’accordo tra Ankara e l’Ue.

(foto copertina via twitter della giornalista SOFIA PAPADOPOULOU, @spapadopoulou di @amna_news)