|

Gli edifici che si raffreddano da soli

Un architetto indiano realizza l‘aria condizionata che non ha bisogno di elettricità

Mani Rastogi è un architetto indiano che realizza edifici dotati di un sistema di ‘riscaldamento passivo’ che prende spunto dalle più antiche tecniche utilizzate dalle popolazioni del suo paese. In poche parole la temperatura interna alle costruzioni di Rastogi si attesta ad un livello sensibilmente più basso rispetto all’esterno, e senza che ci sia bisogno di ricorrere alla tecnologia e ad un eccessivo spreco di energia.

IL ‘RAFFREDDAMENTO PASSIVO’ – L’esempio che meglio rappresenta questo metodo innovativo di costruzione è l’Accademia della Moda Pearl di Jaipur, nell’India nord-occidentale, un’area dove la temperatura, nei periodi più caldi dell’anno può raggiungere i 45 grandi centigradi. Mentre all’esterno il sole picchia forte, all’interno dell’Accademia la temperatura può essere  fino a 20 gradi più bassa e può autoregolarsi. Rastogi è stato in grado di creare una sorta di ‘microclima’ interno alla struttura attraverso la costruzione di un’enorme piscina al piano terra dell’edificio. Il resto della costruzione è sopraelevato rispetto al pavimento della vasca.

LO SCHERMO DI CEMENTO – L’arioso padiglione con pilastri e piscina sopra il quale si eleva l’Accademia viene utilizzato come spazio ricreativo e sede di esposizioni. Le pareti sono realizzate con un materiale che assorbe calore e crea una sorta di “banca termica”, capace di attirare il calore e rilasciarlo poi lentamente durante la notte, quando la temperatura si abbassa. L’edificio è poi circondato da particolari grate di cemento capaci di catturare il calore e filtrare la luce. “Abbiamo potuto dimostrare che un buon edificio sostenibile non solo è meno costoso da mantenere e più comodo da vivere, ma è anche più economico da costruire”, spiega l’architetto. il successo dell’eco-design dell’Accademia ha avuto la sua influenza sulle norme indiane. Dopo la costruzione innovativa di Rostogi le tecniche di raffreddamento passivo sono state introdotte per ogni edificio governativo dell’India.