Busta arancione
|

Cos’è la busta arancione dell’Inps che sta per arrivarvi

Busta arancione dell’Inps in arrivo a casa di 150mila italiani. All’interno de ‘La mia pensione’ è contenuta una lettera di tre pagine che ripercorre la storia contributiva dei lavoratori con la previsione della data di pensionamento, dell’importo dell’assegno e del rapporto tra busta paga e assegno previdenziale. La missiva, inviata via posta, sarà recapitata in settimana al primo lotto di destinatari.

BUSTA ARANCIONE, COSA CONTIENE

Il documento contiene una simulazione relativa agli anni futuri, con contributi e reddito, fino all’anno del pensionamento. Spiega oggi Il Messaggero:

La prima pagina si apre con la definizione dell’oggetto: «calcolo previsionale della sua pensione» e si chiarisce subito come la stima sia ottenuta in maniera automatica, senza alcun valore certificativo. C’è subito anche l’invito a prendere Spid e visualizzare il servizio online così da poter fare tutte le simulazioni che si vogliono, cambiando i parametri, che nella versione cartacea sono fissi (crescita di Pil e stipendio dell’1,5%, nessuna interruzione lavorativa). Dopo di che si apre un prospetto, che è il cuore della lettera, in poche righe c’è la data del pensionamento, la previsione della pensione mensile lorda, la stima dell’ultima retribuzione prima dell’uscita, i tassi di sostituzione (sia al lordo che al netto). In fondo alla tabella una glossario per non perdersi nei tecnicismi e una nota per chiarire come le cifre abbiano un valore indicativo. Si volta pagina e c’è la scheda dell’estratto conto contributivo, in questo caso nulla di virtuale ma tutti i versamenti finora fatti e la richiesta di segnalare eventuali errori. La lettera termina con la simulazione di tutti gli anni futuri, tra contributi e reddito fino alla data della pensione.

 

Busta arancione
(Foto: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)

 

BUSTA ARANCIONE, A COSA SERVE

L’obiettivo dell’Inps è quello di rendere i contribuenti più consapevoli e vigili. Ad essere poco informati sull’importo dei contributi versati e sull’ammontare previsto della pensione futura sono soprattutto i giovani. La busta arancione sarà recapitata sia ai lavoratori più giovani che a quelli vicini all’uscita dal mondo del lavoro. Le informazioni sono comunque diponibili anche sul web. È possibile verificare la propia posizione attraverso il sito dell’Inps munendosi del codice Pin Inps o Spid, la password valida per ogni servizio pubblico su Internet.

(Foto: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)