anti-vaccini
|

Madre anti-vaccini si pente dopo aver contagiato il figlio con la pertosse

A pericolo scampato arriva il mea culpa. Cormit Avital, mamma anti-vaccini australiana, si è detta pentita per aver rifiutato la vaccinazione in gravidanza. La donna aveva negato il consenso dopo essersi definita una donna sana e piuttosto in forma. Si è ammalata poco prima del parto e ovviamente ha contagiato il batterio della pertosse alla figlia Eva. La neonata ha dovuto passare un mese in terapia intensiva lottando tra la vita e la morte.  Avital ha registrato un video in cui parla della sua esperienza come un “incubo” e spiega che nel giro di due settimane la tosse si è trasformata in un incubo.

Cormit‘If I could turn back time I would protect myself.’ Cormit’s baby has contracted Whooping Cough. Watch this clip to hear the first-time mum bravely talk about her decision to opt out of vaccination during pregnancy and how hard it is now coping with her new baby being so unwell. For the facts on Immunisation go to http://bit.ly/1PJ6Cc0. #vaccinationmatters #immunisation #preventabledisease #GoldCoast #publichealth

Pubblicato da Gold Coast Health su Lunedì 4 aprile 2016

LEGGI ANCHE:

La mamma anti-vaccini che fa prendere la pertosse a tutti e 7 i suoi figli

La storia del movimento anti-vaccini in 3 minuti

Loris Mazzorato: il sindaco anti-vaccini

La puntata di Presa diretta su “La battaglia dei vaccini”

I medici che si tagliano lo stipendio per pagare i vaccini

Il ministro Lorenzin risponde a Paola Taverna: «Senza vaccini si torna al Medioevo»

TAG: Vaccini