Omicidio di Pordenone: indagati altre due persone per la morte di Trifone e Teresa
|

Giosuè Ruotolo arrestato per il duplice omicidio di Trifone e Teresa

È stato arrestato Giosuè Ruotolo, 26 anni, indagato per la morte di Trifone Ragone e della fidanzata, Teresa Costanza. I due fidanzati sono stati assassinati nel parcheggio del Palasport di Pordenone il 17 marzo dello scorso anno.

L’ARRESTO

Il militare fermato questa sera viveva all’interno della nuova caserma di Pordenone in cui è stato trasferito da qualche settimana. La sua fidanzata Rosaria Patrone è indagata con l’accusa di favoreggiamento o, in alternativa, istigazione del delitto. Dopo lunghi ed approfonditi mesi di indagine, la Procura di Pordenone aveva spedito, nei giorni scorsi, gli atti al Gip perchè valutasse la posizione di Ruotolo, riscontrando contraddizioni tra quanto accertato durante le indagini e il primo interrogatorio del giovane arrestato questa sera.

LA CONFERENZA STAMPA

Il procuratore capo di Pordenone, Marco Martani, ha convocato per stamattina alle 11 una conferenza in Procura per illustrare il contenuto del provvedimento di arresto nei confronti di Ruotolo e della fidanzata. Lo rendono noto i carabinieri del Comando provinciale di Pordenone in una nota nella quale precisano di aver “perfezionato nella tarda serata di oggi assieme ai Ros l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giosuè Ruotolo, ritenuto responsabile dell’ omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza”. I carabinieri confermano anche che il militare campano è stato chiuso nel carcere di Belluno.