Il calciatore che fa morire i vip

E’ vittima di una superstizione d’altri tempi, Aaron Ramsey dell’Arsenal. Libero racconta che ogni sua rete è legata alla morte di un vip:

Le chiamano coincidenze. Certo questa è macabra e l’ha scovata un attento tifoso dell’Arse – nal. Ogni gol di Aaron Ramsey, 21 anni, è legato alla morte di un Vip: Whitney Houston, Bin Laden, Steve Jobs e Gheddafi. Domenica, giusto poche ore dopo che l’attaccante dei gunners aveva segnato l’1-1 contro il Sunderland, a Beverly Hills veniva scoperto il corpo della cantante. Il «sortilegio » inizia a maggio: alla rete di Ramsey allo United segue l’uccisione di Bin Laden. A inizio ottobre, gol alTottenham e bye bye Steve Jobs. Stesso mese, stessa storia: Ramsey segna al Marsiglia in Champions, il giorno dopo muore Gheddafi. Un tifoso scherza: «Sono preoccupato che le cose possano andare fuori controllo se Ramsey segnasse di più».

Certo, farsi una nomea del genere è svilente. Ma un talento come lui non dovrà sicuramente preoccuparsene: