papa francesco sinodo famiglia papato
|

Il cardinale Coccopalmerio: «Papa Francesco comincia a far paura a qualcuno»

«È indubbio che ormai Papa Francesco incomincia a far paura a qualcuni. C’è un sommerso che non conosciamo e su cui è bene incominciare a fare attenzione». È il pensiero espresso in un’intervista rilasciata ad Orazio La Rocca per Repubblica il cardinale Francesco Coccopalmerio, giurista e Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, una sorta di ministro della Giustizia del Vaticano.

LEGGI ANCHE: Vatileaks, parla Francesca Chaouqui: «Papa Francesco intercettato, ma io non c’entro»

 

Il Cardinale, molto stimato dal Pontefice, descrive quella dei documenti riservati trafugati «una vicenda che fa male». «Ma – aggiunge – una cosa è certa: il Papa non si farà condizionare da nessuno. Si legge su Repubblica:

Cardinale Coccopalmerio, due persone arrestate in Vaticano con l’accusa di aver trafugato documenti riservati. Che succede Oltretevere? È solo un “banale” furto di segreti d’ufficio o è una manovra per condizionare papa Francesco?

«Non saprei dire non avendo elementi diretti per giudicare. Ma si tratta certamente di una vicenda che fa male, dispiace a tutti, a partire dal Santo Padre. Ma una cosa è certa: il Papa non si farà condizionare da nessuno. Anche se episodi simili inducono a pensare e a domandarsi se queste due persone hanno agito da sole o se sono state manovrate da qualcuno. È legittimo chiedersi, a questo punto, chi c’è dietro a quanto accaduto. Anche fuori dal Vaticano».

E ancora:

Eppure i due nuovi arresti, ma anche le false notizie sulla salute del Papa, la rivelazione della lettera di “lamentele” scritta a Bergoglio da 13 cardinali durante il Sinodo o la pubblica ammissione di avere un compagno gay fatto da un prelato dell’ex Sant’Uffizio, inducono a pensare che Francesco debba guardarsi seriamente dal Palazzo. Non crede?

«È vero, si tratta di vicende che inducono a pensare. Ma non generalizzerei. Piuttosto il Santo Padre si deve forse guardare da qualcuno, ma non certo dal Palazzo intero. Questo sicuramente è vero. Come è vero che è bene incominciare a vedere chi c’è dietro altri Palazzi che fuori dal Vaticano possono aver ispirato certe manovre, perché è indubbio che il Papa ormai incomincia a far paura a qualcuno. C’è un sommerso che non conosciamo e su cui è bene incominciare a fare attenzione. Una enciclica come Laudato Si’, al di là degli apprezzamenti, ha certamente toccato gli interessi di determinati ambienti. In tanti l’hanno applaudita, ma a tanti ha dato tanto fastidio».

(Foto di copertina: ANSA / GIUSEPPE LAMI)