BERSANI MANOVRA
|

Manovra, Bersani: «Ci sono cose buone, ma si lasci margine al Parlamento. Cambiare tetto al contante»/VIDEO

I toni della manovra di stampo “berlusconiano” sembrano un ricordo lontano. Intervenuto a margine della riunione dei gruppi Pd con Renzi, l’ex segretario dem Pier Luigi Bersani conserva i suoi dubbi sulla legge di stabilità, ma il leader della minoranza Pd non sembra voler strappare con il premier. Anzi, Bersani elogia anche diversi punti del provvedimento, contestato da Regioni e soggetto alle critiche della Corte dei Conti: «Penso che si debba lasciare margine al Parlamento per rafforzare le cose buone che ci sono nella legge di stabilità e correggere le cose che non vanno. Suggerirei a Renzi di essere disponibile alla discussione fra gente seria». 

GUARDA L’INTERVISTA A PIER LUIGI BERSANI

«Il lavoro lo dai con gli investimenti e l’eccesso di forbice sociale rallenta la crescita», ha aggiunto l’ex segretario, convinto che«servano più investimenti pubblici e privati per dare lavoro». Per Bersani resta però il nodo critico dell’innalzamento del tetto al contante fino a tre mila euro: «Non mi piace, offre un messaggio sbagliato ed è una delle cose da correggere nella legge di Stabilità. Il nero per definizione non va nelle banche dati».